La proposta choc
di Berlusconi:
«Restituiremo l'Imu»

di Francesca Porta 

Dopo due settimane di suspance, ieri il Cavaliere ha svelato la tanto annunciata proposta fiscale: «Le famiglie saranno rimborsate sul conto corrente o in contanti agli sportelli delle Poste»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi - Foto AP/LaPresse

«Restituiremo l'Imu agli italiani». È questa la "proposta choc" di Silvio Berlusconi tanto annunciata nelle ultime due settimane e infine svelata domenica 3 febbraio a Milano nel corso di una conferenza stampa.

«Nel nostro primo Consiglio dei ministri delibereremo la restituzione dell'Imu», ha dichiarato il Cavaliere tra gli applausi. «Le famiglie otterranno un risarcimento per un'imposta ingiusta. Saranno rimborsate sul conto corrente o in contanti attraverso gli sportelli delle Poste». I tempi saranno brevi: «Entro aprile i contribuenti riceveranno una lettera dal nuovo ministro dell'Economia, cioè dal sottoscritto, e per la prima volta potranno sorridere di fronte a una comunicazione del fisco».

Secondo quando dichiarato da Berlusconi, la copertura finanziaria per l'operazione sarebbe reperibile in Svizzera: «Chiuderemo l'accordo con la Svizzera per la tassazione delle attività finanziarie detenute in quel Paese da cittadini italiani. E poi taglieremo i costi della politica. In cinque anni possiamo ridurre le spese dello Stato di 80 miliardi. Anche un imbecille è in grado di inventare nuove tasse, soltanto chi è intelligente sa ridurre le spese».

La proposta ha riscosso il plauso del segretario del Pdl Angelino Alfano e degli ex ministri Renato Brunetta e Paolo Romani, presenti in sala durante la conferenza stampa. Anche Daniela Santanché ne ha parlato con entusiasmo, definendola «un'idea oltre ogni possibile immaginazione». Il segretario della Lega Nord Roberto Maroni ha commentato su Twitter: «Idea eccellente».

Molto diverse, ovviamente, le reazioni degli avversari politici del Cavaliere. «È chiaro che si tratta di una promessa demagogica, infattibile, poggiata su una copertura di bilancio fantasiosa e che strizza l'occhio agli evasori», ha detto Pierluigi Bersani. Gli ha subito fatto eco l'alleato Nichi Vendola: «Berlusconi è la Wanna Marchi della politica italiana. Dovrebbe avere il buon gusto di tacere, con il suo governo non solo ha affondato l'Italia, ma ha messo a rischio il lavoro, i risparmi e le pensioni degli italiani».

Dura anche la reazione di Mario Monti: «È un simpatico tentativo di corruzione. Non è la prima volta che qualcuno cerca di comprare il voto degli italiani, ma è la prima volta che qualcuno cerca di farlo con i soldi degli italiani stessi, con i soldi dei buchi di bilancio lasciati da lui. Credo che gli italiani abbiano abbastanza memoria».

Leggi anche:

>>Speciale Elezioni Politiche 2013

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD