Elezioni politiche 2013: come si vota

di Francesca Porta 

Il 24 e il 25 febbraio gli elettori italiani saranno chiamati alle urne per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Ecco le istruzioni per votare correttamente

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Italiani al voto - Foto d'archivio - LaPresse

Italiani al voto - Foto d'archivio - LaPresse

Dopo le dimissioni del premier Mario Monti e una combattuta campagna elettorale, il 24 e il 25 febbraio gli italiani saranno chiamati alle urne per il rinnovo della Camera dei Deputati e per il Senato della Repubblica. Ecco gli orari di apertura dei seggi, i documenti necessari e le regole per votare correttamente.

Quando si vota

Domenica 24 febbraio dalle ore 8 alle ore 22 e lunedì 25 febbraio dalle ore 7 alle ore 15.

Cosa portare

L'elettore dovrà presentarsi al seggio un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l'ha smarrita può richiederla all'ufficio elettorale del comune di residenza.

Come si vota

Scheda rosa - Camera: con questa scheda si vota per la Camera dei Deputati. Possono votare i cittadini che hanno compiuto 18 anni. L'elettore esprime il voto tracciando un solo segno (una X o un semplice tratto) sul rettangolo che contiene il contrassegno della lista prescelta. È importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto solo sul contrassegno della lista che si vuole votare e non su quello dell'intera coalizione. Non si possono esprimere preferenze. Solo in Val d'Aosta, regione a statuto speciale, l'elettore esprime il voto tracciando un segno nel rettangolo che contiene il nome del candidato prescelto.

Scheda gialla - Senato: con questa scheda si vota per il Senato della Repubblica. Possono votare i cittadini che hanno compiuto 25 anni. L'elettore esprime il voto tracciando un solo segno sul rettangolo che contiene il contrassegno della lista prescelta. Anche per quanto riguarda il Senato è importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto solo sul contrassegno della lista che si vuole votare e non su quello dell'intera coalizione. Non si possono esprimere preferenze. Solo in Val d'Aosta e in Trentino Alto Adige, regioni a statuto speciale, l'elettore esprime il voto tracciando un segno nel rettangolo che contiene il nome del candidato prescelto.

Leggi anche:

>>Elezioni regionali 2013: come si vota

>>Come funziona la legge elettorale

>>Speciale elezioni politiche 2013

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD