Lettera rimborso Imu, presentato un esposto contro Berlusconi

di Francesca Porta 

Gianfranco Mosca, candidato alla Regione Lazio con Rivoluzione Civile, ha presentato un esposto alla Procura di Roma chiedendo di valutare l'eventuale sussistenza di profili penali legati alla lettera sul rimborso Imu

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


La lettera sul rimborso Imu arrivata in questi giorni ad alcuni
italiani

La lettera sul rimborso Imu arrivata in questi giorni ad alcuni italiani

«Non è propaganda elettorale, è una truffa». È così che Gianfranco Mascia, candidato al Consiglio regionale del Lazio con Rivoluzione Civile, ha definito la lettera sulla restituzione dell'Imu firmata da Silvio Berlusconi e inviata in questi giorni a numerosi cittadini italiani.

Dopo aver ricevuto la missiva, Mascia ha presentato un esposto alla Procura di Roma nel quale si chiede di valutare l'eventuale sussistenza di profili penali legati. E non solo. Il candidato alla Regione ha presentato un secondo esposto al prefetto affinché venga valutata la sussistenza di eventuali irregolarità elettorali.

Le questioni contestate sono due. Per prima cosa, la lettera è giudicata da molti formalmente fuorviante. Sulla busta, infatti, c'è scritto: «Avviso importante: rimborso Imu 2012». Senza nulla che indichi che si tratta di propaganda elettorale, la busta può essere scambiata per una comunicazione ufficiale di Equitalia.

L'equivoco si chiarisce non appena aperta la busta: la lettera reca infatti in alto a sinistra il simbolo del Pdl. Nella missiva, intitolata «Modalità e tempi per accedere nel 2013 al rimborso dell'Imu pagata nel 2012 sulla prima casa e sui terreni e fabbricati agricoli». Qui viene la seconda questione: nella lettera, infatti, Silvio Berlusconi promette, in caso di vittoria del Pdl, la restituzione dell'Imu pagata nel 2012 e «un consistente pacchetto di riduzioni fiscali», tra cui «l'abolizione dell'Imu, la riduzione graduale dell'Irap, nessun aumento dell'Iva e nessuna patrimoniale sui risparmi».

Secondo Gianfranco Mascia, «milioni di italiani hanno ricevuto una busta "truffa" e una missiva il cui testo sembra proprio una promessa di soldi in cambio del voto». Per questo il candidato di Rivoluzione Civile ha deciso di rivolgersi alle autorità per chiedere «l'eventuale verifica di voto di scambio».

La replica del Pdl non si è fatta attendere. «Nessun cittadino è coartato nella sua volontà», ha dichiarato il segretario Angelino Alfano. «Legge la lettera e si convince. Se non si convince, voterà per un altro partito. Se si convince, voterà per il Pdl. Ma vi pare normale che un pm (Antonio Ingroia, ndr), che entra in una competizione elettorale, per una lettera possa parlare di reato? Questa è la dimostrazione di quanto sia grave la patologia giudiziaria nel nostro Paese».

Leggi anche:

>>Berlusconi: «Restituiremo l'Imu»

>>Speciale elezioni politiche 2013

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD