Silvio Berlusconi: «Il 23 marzo in piazza contro la magistratura»

di Francesca Porta 

In tribunale a Milano per l'udienza del processo Mediaset, il Cavaliere ha annunciato una manifestazione di piazza contro «il cancro della democrazia»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi in tribunale a Milano per l'udienza del
processo Mediaset - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi in tribunale a Milano per l'udienza del processo Mediaset - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi continua la sua crociata contro la magistratura. Dopo le notizie sulla nuova inchiesta della Procura di Napoli in merito alla presunta corruzione del senatore Sergio De Gregorio, il Cavaliere ha ifatti dichiarato: «Queste accuse ci porteranno in piazza il 23 marzo contro l'attività di una parte della magistratura che usa la giustizia per combattere ed eliminare gli avversari politici. Tale comportamento è una patologia del sistema, è un cancro della nostra democrazia».

«Il senatore De Gregorio ha barattato il suo non andare in carcere con delle dichiarazioni gradite ai pm», ha detto Berlusconi ai giornalisti che lo attendevano nel corridoio del tribunale di Milano, dove oggi si è svolta un'udienza del processo Mediaset. «I pm hanno chiesto al signor De Gregorio "o ci dici qualcosa su Berlusconi oppure ti mettiamo in galera". E lui, che ha il terrore della galera, ha detto delle cose su Berlusconi, come volevano i pm. Questa è la barbarie delle cose che accadono nella nostra magistratura»

L'inchiesta della Procura di Napoli riguarda una vicenda risalente al 2006. Secondo l'ipotesi di reato, il senatore De Gregorio avrebbe ricevuto tre milioni di euro da Silvio Berlusconi per passare dall'Idv a Forza Italia, contribuendo così alla caduta del governo guidato da Romano Prodi. De Gregorio avrebbe ammesso l'accaduto, raccontando come il denaro gli fosse stato consegnato da Valter Lavitola. Secondo Berlusconi, però, il senatore sarebbe stato «pressato dai pm» per rilasciare queste dichiarazioni.

Riguardo al processo Mediaset, nel quale l'ex premier è stato condannato in primo grado a quattro anni di carcere per frode fiscale, il Cavaliere si è dichiarato «totalmente estraneo alla situazione». «Nel periodo 2002-2003 ero presidente del Consiglio e non mi sono mai occupato di diritti televisivi», ha detto Berlusconi. «Invece di aver avuto la medaglia d'oro dallo Stato per aver dato lavoro a 56mila persone sono stato condannato. Credo che quella sentenza sia stata una grande cantonata».

Leggi anche:

>>Berlusconi indagato a Napoli per corruzione

>>Processo Mediaset, Berlusconi condannato per frode fiscale

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD