Napoli, vasto incendio alla Città della Scienza

di Francesca Porta 

Distrutta la struttura che ospitava museo interattivo, planetario e mostre d'arte. Forse si tratta di un atto criminale

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Questa notte Napoli ha perso uno dei suoi gioielli più preziosi. Un vasto incendio ha infatti distrutto la Città della Scienza, il polo tecnologico e culturale costruito negli anni Novanta dalla Fondazione Idis nell'ex area Italsider. La struttura ospitava un museo interattivo, un planetario, un centro di alta formazione e di divulgazione scientifica, incubatori per imprese e un'area di mostre d'arte. È stato tutto distrutto.

Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 21.30 e, facilitate dalla grande presenza di legno e di altri materiali infiammabili, hanno rapidamente avvolto quattro padiglioni (praticamente l'intero centro) per un totale di 12 mila metri quadrati. Per fortuna il lunedì il museo è chiuso e non ci sono state vittime.

Per domare l'incendio ci è voluta tutta la notte. Le squadre dei vigili del fuoco accorse sul posto hanno faticato molto per spegnere le fiamme che sembravano indomabili. Centinaia di persone, in tutta la zona di Bagnoli, sono scese in strada spaventate dal fumo che ha avvolto l'area.

Per il momento non si hanno notizie sulla dinamica dell'accaduto. Non è chiaro se si tratti di un incidente oppure di un incendio doloso, anche se (vista l'estensione del rogo e la rapidità con cui si sono sviluppate le fiamme) gli investigatori sembrano propensi a considerarlo un gesto criminale.

Quel che è certo è che i danni sono ingentissimi. La Città della Scienza, simbolo della rinascita del quartiere ex industriale Bagnoli e polo di eccellenza che ogni anno attirava 350 mila visitatori, non esiste più. Con l'obiettivo di avviare il prima possibile la ricostruzione, la Fondazione Idis ha già lanciato una raccolta fondi. Per contribuire è possibile versare una donazione sul conto corrente della Fondazione - IBAN IT41X0101003497100000003256 - causale Ricostruire Città della Scienza.

TAG CLOUD