Direzione Pd, Bersani: «Tocca a noi, ecco gli 8 punti per il cambiamento»

di Francesca Porta 

Il segretario ha presentato il suo piano alla direzione del partito. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi lascia la riunione in tarda mattinata

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Pierluigi Bersani - Foto Ansa

Pierluigi Bersani - Foto Ansa

Aggiornamento delle ore 18.30:

La direzione nazionale del Pd ha approvato la relazione del segretario Pierluigi Bersani praticamente all'unanimità (si è contato, infatti, solo un astenuto).

In precedenza:

«Non possiamo offrire una governabilità stabile, ma gli altri nemmeno. Non hanno qualcosa da dire al Paese. Tocca a noi e siamo pronti a proporre un governo di cambiamento sulla base di un programma essenziale». Sono queste le parole pronunciate questa mattina da Pierluigi Bersani in apertura della riunione della direzione del Partito Democratico.

Ragionando delle prossime mosse da compiere insieme ai suoi, il segretario ha palesato l'intenzione di tentare la strada di un governo basato su un programma di 8 punti essenziali che possa ottenere la fiducia in Parlamento (soprattutto quella del Movimento 5 Stelle). «Apriamo questa direzione nel pieno rispetto dei percorsi istituzionali e delle prerogative del Capo dello Stato, ma abbiamo il diritto-dovere di pronunciarci con semplicità davanti all'opinione pubblica», ha spiegato Bersani.

«Qui non si sta corteggiando Grillo», ha detto il segretario. «Si tratta di capire ciò che si muove nel profondo, di bucare il muro dell'autoreferenzialità del sistema, perché comincia a essere in gioco il sistema. Cosa intende fare il MS5? Chi ha avuto il consenso di 8 milioni di elettori deve dire cosa vuol fare di questi voti per l'Italia, per il destino del Paese e dei nostri figli».

Dopo aver ribadito la contrarietà a un governissimo con il Pdl, Pierluigi Bersani ha dunque spiegato il programma in 8 punti, che da domani sarà pubblicato in Rete. Per prima cosa bisogna rompere «la gabbia di austerità imposta dall'Europa», poi servono «misure urgenti di sostegno al lavoro e sul blocco sociale». Terzo e quarto punto? «Riforma della vita politica e pubblica», «voltare pagina su giustizia ed equità». Il piano continua con le norme «sul conflitto di interesse e doppi incarichi» e con una politica di «economia verde e sviluppo sostenibile». Gli ultimi punti, infine, prevedono «i diritti delle coppie omosessuali», «la cittadinanza a chi è nato in Italia» e il sostegno «all'istruzione e alla ricerca».

All'intervento del segretario seguono ora quelli degli altri dirigenti del partito (>>clicca qui per seguire la diretta streaming). Non parlerà però il sindaco di Firenze Matteo Renzi, che nella tarda mattinata ha lasciato la riunione.

Leggi anche:

>>Napolitano convoca le Camere il 15 marzo

>>Governo: ora cosa succede?

>>Grillo: «Pd e Pdl votino fiducia a un governo 5 Stelle»

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD