Perugia, imprenditore uccide due impiegate della Regione e si suicida

di staff Style.it 

Andrea Zampi, 43 anni, era tra i titolari di una piccola impresa a cui la Regione avrebbe rifiutato un finanziamento


Foto Ansa

Foto Ansa

Due impiegate della Regione Umbria sono state uccise oggi a Perugia da Andrea Zampi, imprenditore di una piccola società alla quale l'ente regionale aveva rifiutato un finanziamento di 100 mila euro.

L'uomo, 43 anni, è entrato negli uffici di Palazzo del Broletto intorno a mezzogiorno, è salito al quarto piano e ha iniziato a sparare contro le due donne, entrambe impiegate presso gli uffici dell'Assistenza sociale. Una delle due è morta sul colpo, mentre l'altra è deceduta durante il trasporto in ambulanza verso l'ospedale. Dopo aver ucciso le due donne, Zampi si è chiuso in una stampa e si è ucciso.

Il Comune di Perugia ha deciso di annullare tutte le manifestazioni pubbliche in programma per oggi e ha proclamato il lutto cittadino.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio