Berlusconi: «I pm vogliono "operazione Craxi 2"»

di Francesca Porta 

L'ex premier, ancora ricoverato all'ospedale San Raffaele, ha parlato di «comportamenti intollerabili di una parte della magistratura». Intanto l'udienza del processo Ruby è stata rinviata al 18 marzo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi è ricoverato al San Raffaele di Milano per una
uveite - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi è ricoverato al San Raffaele di Milano per una uveite - Foto AP/LaPresse

«Un potere assoluto, onnipotente e irresponsabile». È così che Silvio Berlusconi ha definito la magistratura, o meglio «parte della magistratura», nel corso di un'intervista concessa quest'oggi in esclusiva al settimanale Panorama.

Ricoverato da alcuni giorni all'ospedale San Raffaele di Milano per una uveite, l'ex premier è entrato a gamba tesa nella polemica (che infuria ormai da diversi giorni) sui processi che lo vedono imputato a Milano e a Napoli: «I ripetuti comportamenti processuali di una parte della magistratura, che è mossa da un pregiudizio politico, non sono più tollerabili».

«Ho un serio problema agli occhi», ha continuato il Cavaliere. «Il mio stato potrà anche suscitare l'ironia di qualche pubblico ministero, gli farà magari chiedere, e magari ottenere, una ridicola visita fiscale. Ma a me non impedisce di vedere bene nel mio futuro: io so che a Milano non ho mai avuto giustizia. Anche per vedere riconosciuta la mia innocenza nei tre attuali processi è probabile che dovrò attendere sino alla Cassazione».

Per quanto riguarda il processo Ruby, la cui udienza è stata più volte rimandata (è ora in programma per lunedì 18 marzo), Berlusconi ha dichiarato: «Ero talmente sicuro di poter essere presente in aula, prima di essere costretto a curarmi al San Raffaele, da aver pensato al testo di una mia dichiarazione spontanea. Ai giudici avrei detto: "Il buon senso vorrebbe che io fossi altrove, a rappresentare gli interessi di nove milioni di elettori. Invece sono qui, da cittadino offeso e indignato, per una sentenza di primo grado che può essere considerata solo una sentenza costruita espressamente contro di me, perché capovolge la realtà, offende il buon senso e cancella il diritto».

L'affondo contro i pm milanesi è duro: «Corre voce che nel palazzo di giustizia di Milano si parli espressamente e senza vergogna di una "operazione Craxi 2". Non sono riusciti a eliminarmi con il mezzo della democrazia, le elezioni, e ora tornano a provarci attraverso questo uso della giustizia ai fini di lotta politica».

Ma il Cavaliere non si limita a parlare di Milano. Si esprime anche sui pm Napoli e sul processo che lo vede imputato per la corruzione del senatore Sergio De Gregorio: «Lui aveva chiesto 10 milioni di euro a diversi parlamentari del Pdl. Aveva detto di essere in grave difficoltà, di avere assoluto bisogno di 10 milioni di euro, in parte per pagare dei debiti ed evitare la bancarotta e in parte per recarsi in un altro Paese e ricostruirsi una nuova vita e per evitare il carcere alla moglie».

«Alle risposte necessariamente negative dei nostri rappresentanti se ne era andato sbattendo la porta e minacciando di raccontare ai pm, che insistevano in questa direzione, quelle menzogne che poi in effetti ha raccontato davvero per scampare alla prigione», ha spiegato l'ex premier. «Mi chiedo perché, pur sapendo già la risposta, i pm, anziché chiedere il giudizio immediato, non abbiano fatto le opportune investigazioni, che avrebbero dimostrato fin da subito l'assurdità delle dichiarazioni di De Gregorio. Questo è il solito metodo usato "ad personam Berlusconi" da vent'anni a questa parte da certi pubblici ministeri».

Da queste parole si evince chiaramente che, per quanto riguarda il Cavaliere, l'appello di Giorgio Napolitano a distendere le tensioni tra politica e giustizia è rimasto inascoltato. Intanto, il coordinatore della segreteria nazionale del Pd Maurizio Migliavacca ha dichiarato che, di fronte a un'eventuale richiesta di arresto di Berlusconi, il partito potrebbe votare a favore. «Se gli atti fossero fondati, penso proprio di sì», ha detto Migliavacca. «Dovremmo vedere le carte».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD