Renzi: «Intesa col Pdl oppure subito al voto»

di Francesca Porta 

Il sindaco di Firenze: «Bersani si decida. È inutile star fermi in attesa»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Matteo Renzi - Foto Ansa

Matteo Renzi - Foto Ansa

«Basta fare melina. O si va a votare, o si fa un patto costituente da cui nasce la Terza Repubblica». La posizione di Matteo Renzi non potrebbe essere più chiara. Dopo oltre un mese di silenzio (o quasi), oggi il sindaco di Firenze ha sciolto le riserve e ha commentato senza peli sulla lingua la situazione politica italiana.

«Andare al governo con Gasparri fa spavento, lo so», ha detto Renzi in un'intervista pubblicata oggi dal Corriere della Sera. «Non a caso io sono pronto a votare subito. Ma se il Pd ha paura delle urne deve dialogare con chi ha i numeri. Il Pd avanzi la sua proposta, senza farsi umiliare andando in streaming a elemosinare mezzi consensi a persone come la capogruppo dei 5 Stelle, che hanno dimostrato arroganza».

Un duro colpo sferrato direttamente a Pierluigi Bersani. «Mentre guardavo lo streaming mi veniva da dire: "Pierluigi, sei il leader del Pd, non farti umiliare così"», ha continuato il primo cittadino fiorentino. «Se Bersani riesce a fare un governo bene, se riesce a fare larghe intese bene, se vogliamo votare a giugno bene. Ma si faccia qualcosa. Si decida. Evitiamo di perdere altro tempo».

«Con questa indecisione rischiamo di far affondare la Repubblica», ha spiegato Renzi al quotidiano La Repubblica. «Lo so che sarebbe meglio stare in silenzio, me lo dicono tutti. Ma io non faccio politica così. Sono stato zitto e buono fino a ora, ma non posso nascondere che esiste un problema-Paese. Non posso nascondere che il mio partito deve chiarire un percorso. È ridicolo rimanere con un incarico surgelato».

«Facciamo qualcosa: il governo del presidente, le larghe intese o si vada a votare». A quel punto Aldo Cazzullo, che firma l'intervista pubblicata oggi sul Corriere, chiede: «Se si torna a votare, lei chiederà al Pd nuove primarie?». Renzi risponde: «Sì, ma in questo momento non mi pongo il problema. Io ho tutto l'interesse a votare subito, ma l'importante ora è decidersi».

Le parole del sindaco hanno ovviamente provocato diverse reazioni, soprattutto all'interno del Pd. Alessandra Moretti ha subito replicato: «Noi al Pdl abbiamo dato la possibilità di fare insieme le riforme costituzionali e credevano fosse una proposta importante. Andare subito al voto sarebbe da irresponsabili». Duro anche Stefano Fassina: «Né Bersani né gli altri leader dei partiti stanno perdendo tempo. Si cerca una soluzione a un problema, che non è fare un governo quale che sia, ma fare un governo di cambiamento».

Dal Pdl, invece, sono giunte dichiarazioni di apprezzamento per quanto detto da Matteo Renzi. «La pensa come noi e come tutte le persone di buon senso», ha commentato Matteo Lupi, mentre Anna Maria Bernini ha definito il sindaco «la sinistra dal volto umano e democratico».

Nel pomeriggio è arrivata anche la replica, lapidaria, del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: «Si sta perdendo tempo? Io personalmente non credo».

Leggi anche:

>>Renzi: «Stiamo perdendo tempo»

>>Bersani rilancia gli 8 punti: «No al governissimo»

>>Chi sono i dieci saggi scelti da Napolitano?

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà