Berlusconi: «Incontrerò Bersani». Il segretario: «Ti conosco, mascherina»

di Francesca Porta 

Il leader del Pdl e il segretario del Pd si incontreranno presto per parlare della situazione politica. Intanto Napolitano ricorda «il coraggio» del compromesso storico

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi - Foto AP/LaPresse

È passata oltre una settimana dalla nomina dei dieci "saggi", ma la politica italiana sembra essere ancora bloccata in una situazione di stallo. Silvio Berlusconi vorrebbe formare un governissimo con il Pd, Pierluigi Bersani rifiuta categoricamente l'ipotesi (ma non tutti, nel suo partito, lo condividono), il Movimento 5 Stelle oggi intende occupare il Parlamento.

Unica chiara novità, in questa confusione, è che Berlusconi e Bersani presto si incontreranno per discutere il da farsi. Ad annunciarlo, ai microfoni del Tg4, è stato il Cavaliere in persona: «Finalmente Bersani si è aperto e reso disponibile a un incontro. La data non è stata fissata, ma quella che è la posizione del Pdl e la mia posizione la conoscono tutti: bisogna dare un governo stabile e forte al Paese».

«Bisogna prendere provvedimenti urgenti che si impongono per rilanciare l'economia e alleggerire la pressione fiscale», ha dichiarato Berlusconi. «Presenteremo i nostri 8 punti, che sono 8 proposte di legge al Senato con cui uscire dalla recessione. Si tratta di un gesto che contrasta con la passività e l'inedia delle altre forze politiche, che hanno perso 43 giorni e sono intenzionate a perdere altro tempo prezioso. Il Paese non può aspettare».

Alle parole di Berlusconi, il segretario del Pd ha risposto: «Vedrò Berlusconi in questi giorni. Gli dirò: ti conosco, mascherina». E ha ribadito il suo no a un governissimo: «Sarebbe un'occasione per ribadire il distacco degli italiani dalla politica. Anche io, a mio modo, ho una proposta di larga intesa. Propongo di svolgerla in un certo modo, che permetta un cambiamento e non una fossilizzazione».

Gli 8 punti di Berlusconi e gli 8 punti di Bersani, dunque. Di cosa parleranno i due in questo incontro? Difficile dirlo. Di certo nella discussione entrerà anche il tema dell'elezione del nuovo presidente della Repubblica, che Giorgio Napolitano ha chiesto venga «largamente condivisa».

E, a proposito di larghe intese, proprio ieri il Capo dello Stato ha ricordato (elogiandola) la fase politica del compromesso storico. «Nel 1976 ci volle coraggio in quella scelta inedita di larga intesa e solidarietà , imposta da minacce e prove che per l'Italia si chiamavano inflazione e situazione finanziaria fuori controllo», ha detto Napolitano intervenendo a un convegno su Gerardo Chiaromonte.

Allora Chiaromonte «fu in prima linea a fianco di Enrico Berlinguer nella scelta e nella gestione di una collaborazione di governo con la Democrazia Cristiana dopo decenni di netta opposizione. Ci volle coraggio.»

Leggi anche:

>>Renzi: «Intesa col Pdl oppure subito al voto»

>>Bersani rilancia gli 8 punti: «No al governissimo»

È passata oltre una settimana dalla nomina dei dieci "saggi", ma la politica italiana sembra essere ancora bloccata in una situazione di stallo. Silvio Berlusconi vorrebbe formare un governissimo con il Pd, Pierluigi Bersani rifiuta categoricamente l'ipotesi (ma non tutti, nel suo partito, lo condividono), il Movimento 5 Stelle oggi intende occupare il Parlamento.

Unica chiara novità, in questa confusione, è che Berlusconi e Bersani presto si incontreranno per discutere il da farsi. Ad annunciarlo, ai microfoni del Tg4, è stato il Cavaliere in persona: «Finalmente Bersani si è aperto e reso disponibile a un incontro. La data non è stata fissata, ma quella che è la posizione del Pdl e la mia posizione la conoscono tutti: bisogna dare un governo stabile e forte al Paese».

«Bisogna prendere provvedimenti urgenti che si impongono per rilanciare l'economia e alleggerire la pressione fiscale», ha dichiarato Berlusconi. «Presenteremo i nostri 8 punti, che sono 8 proposte di legge al Senato con cui uscire dalla recessione. Si tratta di un gesto che contrasta con la passività e l'inedia delle altre forze politiche, che hanno perso 43 giorni e sono intenzionate a perdere altro tempo prezioso. Il Paese non può aspettare».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD