Come si elegge il presidente della Repubblica

di Francesca Porta 

Il 18 aprile il Parlamento si riunirà in seduta comune per votare il successore di Giorgio Napolitano. Ecco come si svolge l'elezione del capo dello Stato

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il 18 aprile il Parlamento si riunirà in seduta comune per
l'elezione del presidente della Repubblica - Foto Ansa

Il 18 aprile il Parlamento si riunirà in seduta comune per l'elezione del presidente della Repubblica - Foto Ansa

Mancano solo pochi giorni all'elezione del nuovo presidente della Repubblica. Mentre le forze politiche litigano sui possibili candidati, le Regioni stanno scegliendo i propri delegati e la Camera si sta preparando ad accogliere i grandi elettori. Ma come si svolge l'elezione del capo dello Stato? Chi può votare e come si vota? A sancire le regole di quest'importante votazione è l'articolo 83 della nostra Costituzione. Ecco che cosa prevede.

Chi vota

Il presidente della Repubblica è eletto dal Parlamento riunito in seduta comune, dunque da tutti i componenti di Camera e Senato (in questo caso sono 630 deputati, 315 senatori e 4 senatori a vita), più alcuni delegati delle Regioni. Secondo quanto previsto dalla Costituzione, ogni Regione invia tre delegati, a eccezione della Val d'Aosta che ne invia solo uno. Solitamente si tratta di due esponenti della maggioranza (spesso il presidente della Regione) e di un esponente dell'opposizione. In questo caso, dunque, l'assemblea che eleggerà il capo dello Stato è composta da 1007 persone, comunemente chiamate "grandi elettori".

Quando e dove si vota

La convocazione del Parlamento e dei delegati regionali avviene sempre circa trenta giorni prima della scadenza del mandato del presidente della Repubblica uscente. In questo caso la prima seduta è stata convocata giovedì 18 aprile. La votazione avviene all'interno dell'aula della Camera. A presiedere le sedute sarà il presidente Laura Boldrini, con al suo fianco il presidente del Senato Pietro Grasso.

Come si vota

Per l'elezione del capo dello Stato sono previsti diversi scrutini: nei primi tre è richiesta la maggioranza di due terzi (in questo caso 671 voti), mentre a partire dalla quarta votazione in poi è sufficiente la maggioranza assoluta (in questo caso 504 voti). Il voto è a scrutinio segreto. Per consuetudine votano prima i senatori, poi i deputati e infine i delegati regionali.

Chi può essere eletto

Può essere eletto qualunque cittadino italiano che abbia compiuto 50 anni e che goda dei diritti civili e politici. La carica di presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altro incarico, pubblico o privato (non è possibile nemmeno svolgere attività professionale). Il mandato presidenziale dura sette anni.

Leggi anche:

>>Chi sarà il prossimo presidente della Repubblica? Ecco i favoriti

>>SONDAGGIO: Tu chi vorresti al Quirinale?

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD