Elezioni del presidente della Repubblica: le votazioni in diretta

di Francesca Porta 

Dopo quattro fumate nere, oggi il Parlamento torna a riunirsi in seduta comune per eleggere il successore di Giorgio Napolitano al Quirinale

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


La quinta votazione inizia alle ore 10 - Foto AP/LaPresse

La quinta votazione inizia alle ore 10 - Foto AP/LaPresse

Chi sarà il prossimo presidente della Repubblica? La domanda è difficile, la risposta sembra essere ancora lontana. Dopo tre votazioni andate a vuoto e il fallimento del tentativo del Pd di eleggere di Romano Prodi alla quarta votazione (fallimento che ha portato alle dimissioni di Pierluigi Bersani), ora la situazione è più che mai incerta.

Oggi, come accaduto negli ultimi due giorni, i componenti di Camera e Senato e i delegati delle Regioni si riuniscono in seduta comune a Montecitorio per procedere alla quinta votazione. La prima è prevista alle ore 10, la seconda (eventualmente) intorno alle ore 15.30. Se anche oggi non sarà eletto il capo dello Stato (il quorum da raggiungere è 504 voti), le votazioni continueranno domani, domenica 21 aprile.

Ecco, ora dopo ora, l'andamento delle operazioni di voto.

Ore 18.20: Giorgio Napolitano è rieletto presidente della Repubblica. Il capo dello Stato ha ottenuto 738 voti, mentre Stefano Rodotà ne ha conquistati 271. È la prima volta nella storia della Repubblica italiana che al presidente della Repubblica viene affidato l'incarico per un secondo mandato.

Ore 17.30: La sesta votazione è conclusa. Inizia lo spoglio delle schede elettorali.

Ore 15: Inizia la sesta votazione. Come di consueto, votano prima i senatori, poi i deputati e infine i delegati delle Regioni.

Ore 14.30: Giorgio Napolitano ha dato la sua disponibilità per un'eventuale rielezione. «Nella consapevolezza delle ragioni che mi sono state rappresentate, e nel rispetto delle personalità finora sottopostesi al voto per l'elezione del nuovo Capo dello Stato, ritengo di dover offrire la disponibilità che mi è stata richiesta», ha scritto in una nota Giorgio Napolitano. «Naturalmente, nei colloqui di questa mattina, non si è discusso di argomenti estranei al tema dell'elezione del Presidente della Repubblica. Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un'assunzione di responsabilità verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità».

Ore 13.30: Dopo gli incontri tra Giorgio Napolitano e i rappresentanti dei partiti e delle Regioni, il Quirinale ha diffuso una nota ufficiale: «Da tutti gli interlocutori è stata espressa la convinzione che, nella grave situazione venutasi a determinare col succedersi delle votazioni, sia altamente necessario e urgente che il Parlamento in seduta comune possa dar luogo a una manifestazione di unità e coesione nazionale attraverso la rielezione del presidente Napolitano. Gli si è rivolto perciò un caldo appello a riconsiderare in questo quadro le ragioni da lui più volte indicate di indisponibilità a una ricandidatura. Il presidente Napolitano si è riservato di rendere nota, nell'imminenza della ripresa pomeridiana della seduta comune, la sua decisione».

Ore 13.15: È finito lo scrutinio della quinta votazione: 445 schede sono bianche, 210 indicano il nome di Stefano Rodotà . Ancora nulla di fatto, nel pomeriggio (a partire dalle ore 15) si svolgerà la sesta votazione.

Ore 12.45: La quinta votazione è conclusa. Il presidente della Camera Laura Boldrini ha iniziato lo spoglio delle schede.

Ore 12.30: I deputati hanno votato. Ora si procede alla chiamata dei delegati regionali.

Ore 12: La prima chiama dei deputati si sta per concludere. Intanto, Silvio Berlusconi, Pierluigi Bersani e Mario Monti (in momenti separati) sono saliti al Colle per parlare con l'attuale presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L'ipotesi di una sua rielezione sembra essere presa in considerazione da più parti politiche.

Ore 11: I senatori hanno votato. Ora si procede alla prima chiama dei deputati.

Ore 10: Inizia la quinta votazione. Come di consueto, votano prima i senatori, poi i deputati e infine i delegati delle Regioni.

Leggi anche:

>>Pd, Bersani annuncia le dimissioni

>>Elezioni del presidente: la diretta di venerdì 19 aprile

>>Elezioni del capo dello Stato: la diretta di giovedì 18 aprile

>>Come si elegge il presidente della Repubblica

>>Chi sarà il prossimo presidente della Repubblica? Ecco i favoriti

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio