Quirinale, Giorgio Napolitano rieletto presidente

di Francesca Porta 

Il capo dello Stato uscente è stato rieletto con 738 voti. È la prima volta che succede nella storia della Repubblica italiana

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Giorgio Napolitano è (ancora) il presidente della Repubblica. Dopo sette lunghi anni in cui ha guidato l'Italia tra tante crisi e difficoltà, il capo dello Stato ha oggi accettato l'appello delle forze politiche a rendersi disponibile per un secondo mandato.

Il presidente ha forse esitato per qualche attimo, ma poi - intorno alle 14.30 - ha sciolto ogni riserva: «Ritengo di dover offrire la disponibilità che mi è stata richiesta», ha detto Napolitano. «Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un'assunzione di responsabilità verso la Nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità».

L'annuncio del capo dello Stato è stato accolto con gioia e sollievo da Pd, Pdl, Lega Nord e Scelta Civica, mentre il Movimento 5 Stelle si è detto subito contrario all'idea di un reincarico del presidente. Le reazioni dei partiti sono diventate palesi nella votazione (la sesta) a Montecitorio: Giorgio Napolitano ha ottenuto 738 voti (quelli appunto di Pd, Pdl, Lega Nord e Scelta Civica), mentre Stefano Rodotà ne ha totalizzati 217 (quelli del M5S e e di Sel).

A opporsi al secondo mandato del capo dello Stato è stato soprattutto Beppe Grillo. Nel pomeriggio il leader del Movimento 5 Stelle ha infatti parlato di «golpe» e ha invitato i cittadini a recarsi a Roma per manifestare: «Ci sono momenti decisivi nella storia di una Nazione. Oggi, 20 aprile 2013, è uno di quelli. È in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. È necessaria una mobilitazione popolare. Sarò davanti a Montecitorio stasera, rimarrò per tutto il tempo necessario. Dobbiamo essere milioni».

Le parole di Grillo non sono piaciute a molti, in primis a Stefano Rodotà . «Il dissenso va espresso nelle sedi istituzionali», ha detto il giurista prendendo le distanze dalle dichiarazioni del leader dei 5 Stelle. «Sono sempre stato convinto che le decisioni parlamentari possano e debbano essere discusse e criticate anche duramente, ma partendo dal presupposto che si muovono nell'ambito della legalità democratica costituzionale». Rodotà ha poi salutato con un applauso la rielezione del capo dello Stato.

Giorgio Napolitano, che quest'anno compie 87 anni, era già entrato nella storia sette anni fa come il primo presidente della Repubblica del Pci. Oggi conquista un nuovo primato: è il primo capo dello Stato a essere rieletto per un secondo mandato.

Leggi anche:

>>La quinta e la sesta votazione in diretta

>>Pd, Bersani annuncia le dimissioni

>>Terza e quarta votazione in diretta

>>Prima e seconda votazione in diretta

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD