Omicidio Sarah Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano

di Francesca Porta 

La Corte d'Assise di Taranto ha condannato le due donne in primo grado per l'omicidio della quindicenne, compiuto il 26 agosto 2010 ad Avetrana

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Sabrina Misseri - Foto AP/LaPresse

Sabrina Misseri - Foto AP/LaPresse

Ergastolo. È questa la condanna inflitta dalla Corte d'Assise di Taranto a Sabrina Misseri e alla madre Cosima Serrano, giudicate colpevoli di aver ucciso la cugina e nipote quindicenne Sarah Scazzi. Era il 26 agosto del 2010, ad Avetrana.

Ieri, a quasi tre anni dal giorno del delitto, il presidente della Corte Cesarina Trunfio ha letto la sentenza: ergastolo per Sabrina e Cosima, otto anni di carcere per Michele Misseri (lo zio di Sarah colpevole di concorso in soppressione di cadavere), sei anni di reclusione per Carmine Misseri e Cosimo Cosma (fratello e nipote di Michele, colpevoli di concorso in soppressione di cadavere), due anni di reclusione per Vito Russo, l'ex difensore di Sabrina accusato di favoreggiamento. Per i tre favoreggiatori, la corte ha inflitto un anno di reclusione ciascuno ad Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano e un anno e 4 mesi a Giuseppe Nigro, con pena sospesa.

La Corte di assise ha inoltre condannato Michele Misseri, Cosima Serrano e Sabrina Misseri al risarcimento dei danni, da stabilire in separata sede, alla famiglia Scazzi e al Comune di Avetrana. Nello stesso tempo ha stabilito una provvisionale di 50.000 euro ciascuno ai genitori di Sarah, Giacomo Scazzi e Concetta Serrano, e di 30.000 euro per il fratello Claudio

La sentenza, tanto attesa, è stata accolta con un applauso dalle persone presenti in Aula. «Speravo in questa sentenza», ha dichiarato la madre di Sarah. «Chi uccide merita questo. Certo, questa è comunque una sentenza amara per tutti quanti e in ogni caso non dà né soddisfazione né serenità. Nessuno mi ridarà Sarah, il dolore che provo rimarrà per sempre. L'unica cosa che mi porta un po' di sollievo è che Sarah riceva giustizia».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio