2 giugno, Napolitano annulla il ricevimento: «Serve sobrietà»

di Francesca Porta 

Il tradizionale ricevimento al Quirinale per la Festa della Repubblica è stato cancellato «per attenzione al momento di grave difficoltà». Si svolgerà solo la parata militare

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Mario Monti, Renato Schifani, Giorgio Napolitano e Gianfranco
Fini alla parata del 2 giugno 2012 per la Festa della Repubblica -
Foto Ansa

Mario Monti, Renato Schifani, Giorgio Napolitano e Gianfranco Fini alla parata del 2 giugno 2012 per la Festa della Repubblica - Foto Ansa

Sobrietà. È questa la parola d'ordine che guiderà l'organizzazione della prossima Festa della Repubblica. Per volontà dell'appena rieletto presidente Giorgio Napolitano, infatti, quest'anno sarà cancellato il tradizionale ricevimento dedicato ai diplomatici e ai rappresentanti delle istituzioni in occasione del 2 giugno.

«Per ragioni di sobrietà e di massima attenzione al momento di grave difficoltà che larghe fasce di popolazione attraversano» - si legge in un comunicato diffuso oggi dal Quirinale - «non avrà luogo il ricevimento del 1° giugno riservato alle autorità . Il presidente Napolitano rivolgerà in televisione l'abituale messaggio augurale a tutti gli italiani e presenzierà come sempre alla rassegna militare».

«Nel pomeriggio del 2 giugno saranno invece aperti ai cittadini, come di consueto, i giardini del Quirinale», conclude il comunicato del Colle. «Nei capoluoghi di provincia, le Prefetture renderanno omaggio in termini strettamente istituzionali alla ricorrenza della Festa della Repubblica».

La decisione di Giorgio Napolitano è stata apprezzata da diverse parti politiche. C'è anche, però, chi ritiene che il gesto annunciato non sia sufficiente. Alcuni parlamentari di Sel, infatti, hanno presentato una mozione in cui chiedono l'annullamento anche della parata militare.

«Apprezziamo il gesto del presidente, ma proprio per questo ci appare assurdo spendere milioni di euro per far sfilare carri armati e altri mezzi militari quando il Paese attraversa una crisi così grave». I parlamentari di Sel propongono quindi di «destinare queste risorse agli ammortizzatori sociali, per gli asili nido o ai servizi per gli anziani non autosufficienti».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD