Governo, Letta: «Venerdì i decreti su Cig e Imu»

di Francesca Porta 

Il ritiro in abbazia è finito. Il presidente del Consiglio annuncia quattro punti su cui lavorare nei primi cento giorni

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il premier Enrico Letta - Foto Ansa

Il premier Enrico Letta - Foto Ansa

Lavoro, Imu, agevolazioni fiscali e riforma della politica: sono queste le quattro priorità di cui si occuperà il governo Letta nei prossimi cento giorni. A dichiararlo è stato il presidente del Consiglio in persona alla fine del ritiro nell'abbazia di Spineto: «Ecco la road map: più lavoro per i giovani, il decreto Imu in fase di finalizzazione, un pacchetto di agevolazioni fiscali per gli italiani che vogliono fare e l'avvio di una riforma della politica che arrivi a un punto di non ritorno».

I primi decreti arriveranno già venerdì prossimo, il 17 maggio. «Abbiamo stabilito che il Consiglio dei Ministri si svolgerà sempre il venerdì mattina», ha dichiarato Enrico Letta. «La regola si applicherà a partire da questa settimana, venerdì ci occuperemo delle coperture per rifinanziare la cassa integrazione e del rinvio dell'Imu».

Il governo, inoltre, nominerà subito una commissione di esperti esterni che si occuperà delle riforme costituzionali. «Nei primi cento giorni» - ha spiegato il presidente del Consiglio - «la commissione elaborerà idee da consegnare ai presidenti delle Camere, che speriamo possano per allora consegnarle alla Convenzione».

«Lavoreremo perché il Parlamento avvii un dibattito dal quale nasca, nel giro di giorni, massimo settimane, una legge costituzionale che istituisca una Convenzione per le riforme costituzionali che sia composta dai componenti delle due commissioni affari costituzionali di Camera e Senato e che sia presieduta dai due presidenti Sisto e Finocchiaro. Questo organismo lavorerà per fare la riforma costituzionale».

Tra le riforme della politica, infine, Enrico Letta ha citato come prioritarie l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e la riforma della legge elettorale. «Così non si può tornare a votare», ha detto il permier. «Quindi in tempi rapidi possiamo avere una rete di protezione, di cui si occuperà il ministro Quagliariello, per la quale non ci sia la paura, se succedesse l'imponderabile, di andare a votare con questa legge».

Leggi anche:

>>Governo in ritiro, scontro tra Letta e Alfano

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD