Anonymous, arresti e perquisizioni in tutta Italia

di Francesca Porta 

La polizia postale ha arrestato quattro persone accusate di aver attaccato i siti del governo, del Vaticano e del Parlamento

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Manifestazione in sostegno del movimento Anonymous - Foto
Ansa

Manifestazione in sostegno del movimento Anonymous - Foto Ansa

Avevano attaccato il sito del governo, quello del Parlamento e persino il  portale ufficiale del Vaticano. Credevano di essere al sicuro, invece oggi la polizia postale li ha trovati e messi agli arresti domiciliari. Si tratta di quattro hacker che, approffittando dell'appartenenza al movimento Anonymous, avevano messo in pedi un'organizzazione a delinquere.

Dopo mesi di indagini coordinate dalla Procura di Roma, questa mattina è scattata l'operazione Tango Down: gli investigatori della polizia postale hanno effettuato dieci perquisizioni a Venezia, Bologna, Roma, Torino, Lecce e Ancona. Hanno sequestrato diverso materiale informatico, che sarà ora analizzato da esperti.

Il blitz ha portato, appunto, all'arresto di quattro persone, accusati di sfruttare il marchio Anonymous non solo per portare avanti le battaglie del movimento, ma anche per fini personali e criminali. In particolare, i quattro sono ritenuti responsabili di alcuni attacchi ai siti di governo, Parlamento e Vaticano. Ora sono agli arresti domiciliari

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD