Elezioni comunali 2013, i risultati in tempo reale

di Francesca Porta 

Domenica 26 e lunedì 27 maggio gli elettori di Roma e di altri 563 comuni italiani si sono recati alle urne per scegliere il sindaco e i componenti del Consiglio comunale. Segui in diretta gli exit-poll e i risultati

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


In 564 comuni si è votato per il rinnovo del Consiglio comunale
- Foto Ansa

In 564 comuni si è votato per il rinnovo del Consiglio comunale - Foto Ansa

>>10 giugno, i ballottaggi: segui in diretta lo spoglio delle schede

Domenica 26 e lunedì 27 maggio gli elettori di 564 comuni italiani si sono recati alle urne per eleggere il sindaco e i componenti del Consiglio comunale. Si è votato, per esempio, ad Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Isernia, Lodi, Massa, Pisa, Siena, Sondrio, Treviso, Vicenza e Viterbo. La corsa più seguita è però senza dubbio quella per la poltrona di primo cittadino di Roma: a sfidarsi ci sono il sindaco uscente Gianni Alemanno (centrodestra), il candidato del centrosinistra Ignazio Marino, il grilino Marcello De Vito e Alfio Marchini, candidato di diverse liste civiche.

Ecco, ora dopo ora, i risultati in tempo reale.

>>Guarda i risultati definitivi

Ore 22.30: Con 1708 sezioni scrutinate su 2600, ormai è certo che a Roma ci sarà il ballottaggio tra Ignazio Marino (42,8%) e Gianni Alemanno (30,1%). Idem a Brescia, dove con 190 sezioni scrutinate su 206 Del Bono è in testa con il 38,2%, mentre Paroli ottiene il 37,9%. Al ballottaggio anche Siena, Treviso e Barletta, dove in testa c'è il centrosinistra.

Ore 21: A Roma sono state scrutinate 1100 sezioni su 2600 e il risultato è sempre lo stesso: 42,9% per Marino, 30,2% per Alemanno. A Brescia, con 155 sezioni su 206, Paroli (centrodestra) è in testa, ma di un soffio: 38,2% contro il 38% di Del Bono (centrosinistra). A Vicenza, con 77 sezioni su 112, Variati (centrosinistra) è in vantaggio con il 54,1% contro il 26,8% di Dal Lago (centrodestra). A Treviso ancora in testa il centrosinistra con Manildo (45,1%); Gentilini (centrodestra) è fermo al 33%. Infine, a Siena è in vantaggio Valentini (centrosinistra) con il 40,3%, mentre Nei (centrodestra) è fermo al 23,4%.

Ore 20: Con 402 sezioni scrutinate su 2600, a Roma Marino è in testa con il 42,9% mentre Alemanno si attesta attorno al 30,3% e Marcello De Vito si ferma al 12,6%. I cittadini romani dovranno tornare a votare tra due settimane. Stesso discorso per i bresciani, dato che Del Bono e Paroli sono entrambi al 38,3% (con 100 sezioni scrutinate su 206). A Treviso (con 17 sezioni scrutinate su 77) è in testa Giovanni Manildo (centrosinistra) con il 44%, mentre il candidato del centrodestra Giancarlo Gentilini è attorno al 34,4%. A Vicenza, con 42 sezioni su 112, sta vincendo il centrosinistra con Achille Variati (54,7%), mentre Manuela Dal Lago (centrodestra) è ferma al 27,2%.

Ore 19.30: Il candidato sindaco del centrosinistra a Roma Ignazio Marino ha dichiarato: «Ringrazio tutti i cittadini che sono andati a votare e che hanno compreso la mia istanza di cambiamento e di speranza. La corsa elettorale continua, e io continuerò ad ascoltare le persone, i loro bisogni e le loro difficoltà. Il nostro obiettivo è far rinascere la città».

Ore 19: Il tempo delle proiezioni è finito, arrivano i primi dati reali. A Roma, con 131 sezioni scrutinate su 2600, è in testa Marino con il 43%; Alemanno si attesta al 30%, De Vito al 12,9%. È praticamente certo che si andrà al ballottaggio. A Brescia, con 63 sezioni scrutinate su 206, è testa a testa tra Emilio Del Bono (centrosinistra) e Andriano Paroli (centrodestra): entrambi sono attorno al 38%. Anche a Vicenza, Treviso e Siena sembra essere in testa il centrosinistra.

Ore 18: A tre ore dall'inizio dello spoglio delle schede, la quarta proiezione Piepoli sulle comunali di Roma vedono Marino al 41,2%, Alemanno al 30,5% e Marcello De Vito al 12,7%. Marchini si ferma al 9,8%.

Ore 17: La terza proiezione Piepoli (sul 23,1% dei seggi) attribuisce a Marino il 40,8% delle preferenze, ad Alemanno il 31,2%. De Vito sarebbe al 12,8%, Marchini al 9,4%.

Ore 16.30: Il dato definitivo dell'affluenza nei 563 comuni (Roma esclusa) interessati alle elezioni è del 67,36% (-11,63% rispetto alla volta scorsa). A Roma, invece, l'affleunza definitiva si ferma al 52,8%. Il dato nazionale aggregato è quindi del 62,38%.

Ore 16.15: La seconda proiezione dell'Istituto Piepoli conferma il ballottaggio Marino-Alemanno: con una copertura del 15,5%, Ignazio Marino otterrebbe il 39,3%, Gianni Alemanno il 31,4%. Seguono Marcello De Vito (M5S) al 13,5% e Alfio Marchini, 9,7%.

Ore 16: Le prime proiezioni dell'Istituto Piepoli per l'elezione del sindaco di Roma danno in vantaggio il candidato di centrosinistra Ignazio Marino (39,9%) contro il sindaco uscente Gianni Alemanno (32,2%). Marcello De Vito, del Movimento 5 Stelle, secondo Piepoli sarebbe al 12,8%, l'indipendente Alfio Marchini al 9,5%.

Ore 15.30: Il primo dato significativo è sicuramente l'affluenza in calo in tutta Italia. Il dato nazionale (non definitivo) si ferma al 66,78%, contro il 78,8% delle precedenti elezioni. Grande attenzione per l'elezione del sindaco di Roma: il dato provvisorio di affluenza è al 52,33%: 20 punti in meno rispetto alle elezioni del 2008. Gianni Alemanno, il sindaco uscente e candidato del centrodestra, e il suo principale avversario Ignazio Marino, candidato del centrosinistra, hanno fatto sapere che commenteranno solamente i dati reali, nel tardo pomeriggio.

Ore 15.15: I primi dati ufficiali sono quelli della Valle d'Aosta, dove i seggi per il rinnovo del consiglio regionale si sono chiusi ieri sera alle 22. Hanno votato il 73,03 degli aventi diritto. Questi i risultati: si afferma l'Union Valdotaine, con il 33,47%, seguita dall'Union Valdotaine Progressiste con il 19,21%, quindi il Pd, 8,88%, il Movimento 5 Stelle al 6,6% e il Pdl al 4,11%.

Ore 15: I seggi elettorali sono ufficialmente chiusi. Ora inizia lo spoglio delle schede nei 564 comuni impegnati nella tornata elettorale.

Ore 13.30: Tra un'ora e mezza saranno chiusi tutti i seggi elettorali. Secondo i dati rilevati fino a ora, le percentuali dei votanti sono in calo praticamente ovunque: alle ore 22 di domenica 26 maggio aveva votato il 44,66% degli aventi diritto, ovvero circa il 15% in meno rispetto alle ultime comunali. A Roma l'astensione è ancora più alta: alle 22 di ieri sera aveva votato solo il 37, 69% degli aventi diritto, circa il 20% in meno dell'ultima volta.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà