Afghanistan, Mauro informa la Camera: «Amarezza per l'aula vuota»

di Francesca Porta 

Oggi il ministro della Difesa ha informato Montecitorio su quanto accaduto nell'attentato in cui è morto Giuseppe La Rosa. Ma ad ascoltare c'erano solo pochi parlamentari

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il ministro della Difesa Mario Mauro - Foto Ansa

Il ministro della Difesa Mario Mauro - Foto Ansa

«Provo un'amarezza profonda, a fronte di quello che è accaduto, nel vedere quest'aula vuota». È con un rimprovero nei confronti dei colleghi parlamentari che il ministro della Difesa Mario Mauro ha iniziato il suo discorso alla Camera in merito all'attentato in Afghanistan nel quale ha perso la vita il capitano Giuseppe La Rosa.

Arrivato a Montecitorio per riferire sull'accaduto, il ministro si è infatti ritrovato a parlare davanti a un'aula semivuota. E non è riuscito a trattenere l'indignazione: «A chi dovrebbe guardare la politica in Italia se non a un uomo come Giuseppe La Rosa per comprendere la grandezza della propria missione?».

Dopo aver sottolineato le tante assenze, Mauro ha dunque spiegato che il colpevole della morte di La Rosa è stato arrestato. L'uomo, che avrebbe confessato di essere l'autore dell'attentato, si chiama Walick Amhad e ha circa 20 anni.

L'attacco, ha spiegato il ministro, «è avvenuto quando il convoglio italiano, in fase di rientro alla base, è passato in prossimità di un incrocio, nel centro abitato di Farah». L'attentatore, che si trovava «al lato della strada», intento a parlare con un agente dell'Afghan National Police, «è salito velocemente sul mezzo in testa al convoglio e ha lanciato attraverso la botola superiore un ordigno, dandosi poi alla fuga».

«La granata è caduta nella parte posteriore del veicolo, occupata dal capitano la Rosa», ha raccontato Mario Mauro. «L'ufficiale ha gridato "granata", ha visto che era impossibile evacuare il mezzo e si è interposto con il proprio corpo tra l'ordigno e i commilitoni, nel tentativo di ridurre gli effetti dell'esplosione».

Si è trattato, dunque, di un attacco premeditato e preparato a dovere: «Emerge con evidenza che si è trattato di un vero e proprio atto terroristico, accuratamente preparato, cehe ha goduto della complicità di alcuni civili presenti sul posto e, forse, di un poliziotto o forse di una persona vestita come tale».

Dopo aver informato la Camera su quanto accaduto, il ministro Mauro ha ribadito l'intenzione di non abbandonare la missione Isaf in Afghanistan. «Il governo ha intenzione di proseguire fino ai termini stabiliti». Cioè nel 2014.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD