Mediaset, Schifani: «Se Berlusconi condannato, Pdl fuori dal governo»

di Francesca Porta 

Continuano le polemiche politiche attorno alla decisione della Cassazione di fissare per il 30 luglio l'udienza del processo sui diritti tv. Intanto, Berlusconi annuncia il ritorno di Forza Italia

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi ha annunciato il ritorno a Forza Italia - Foto
Ansa

Silvio Berlusconi ha annunciato il ritorno a Forza Italia - Foto Ansa

Aggiornamento delle ore 17:

Durante l'ufficio di presidenza del Pdl, svoltosi questo pomeriggio alla Camera, l'ex premier Silvio Berlusconi avrebbe annunciato la nascita (anzi, ri-nascita) di Forza Italia. Il partito dovrebbe ricostituirsi nel mese di settembre. Il Cavaliere ha anche ribadito che «il Pdl è unito» e ha legato «l'accelerazione dei processi» al fatto che «una parte della maggioranza non vuole un governo di pacificazione».

In precedenza:

La bufera politica scoppiata attorno al processo Mediaset non sembra destinata a placarsi. Dopo una giornata di sospensione dell'attività parlamentare (il Pdl aveva chiesto tre giorni di stop, il Pd ha concesso un pomeriggio), oggi a gettare benzina sul fuoco è stato Renato Schifani.

Intervistato durante la trasmissione Radio Anch'io, il capogruppo del Pdl al Senato ha infatti dichiarato: «Se Berlusconi fosse condannato all'interdizione dai pubblici uffici, sarebbe molto difficile che un Pdl acefalo del suo leader possa proseguire l'esperienza del governo Letta».

Quella di Schifani è una considerazione, ma suona come un ultimatum. E ora la domanda che gli italiani si fanno è una sola: il governo rischia di cadere? Secondo Enzo Moavero Milanesi, ministro per gli Affari Europei, la risposta è no: «I segnali politici espliciti che riceviamo sono tutti nel senso di garantire al governo la solidità».

In effetti, questa era sembrata anche la linea decisa dal Pdl dopo l'incontro notturno a Palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi e i vertici del partito. Secondo voci e indiscrezioni, durante la serata l'ex premier avrebbe invitato i compagni alla calma e avrebbe scongiurato il rischio di una crisi di governo.

Le parole di Schifani, però, si allontanano dalla linea soft. Le voci sono discordanti. Tanto discordanti da spingere il segretario del Pd Guglielmo Epifani a chiedere «un chiarimento serio» al Pdl. «Il Pdl mette a rischio la funzione stessa di questo governo», ha detto Epifani. «O c'è un chiarimento oppure così non si può più andare avanti».

E chissà che il chiarimento non arrivi già in giornata. Per le ore 16, infatti, è convocata alla Camera una riunione dell'ufficio di presidenza del Pdl. Riunione alla quale sarà presente anche Silvio Berlusconi e che potrebbe anche rivelarsi risolutiva.

Leggi anche:

>>Mediaset, stop dei lavori in Parlamento per un giorno

>>Processo Mediaset, il 30 luglio l'udienza in Cassazione

>>Mediaset, Berlusconi condannato a quattro anni in secondo grado

>>Mediaset, Berlusconi condannato in primo grado per frode fiscale

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD