Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

di Alessia Arcolaci 

Alessia Arcolaci

Alessia Arcolaci

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Dopo l'approvazione in Senato, arrivata con un maxiemendamento
ad hoc (con stralcio della stepchild adoption, ovvero l'adozione
del figlio del partner) su cui il governo ha posto la fiducia, il
ddl Cirinnà sulle unioni civili approda in
commissione Giustizia alla Camera.

 «Agli opposti estremismi - scrive nella sua newsletter il premier
Matteo Renzi- voglio dire che è finito il tempo in cui in Italia
qualcuno aveva un diritto di veto, di blocco. Siamo andati avanti
sulle riforme anche quando i più ci dicevano di fermarci. A colpi
di fiducia? Sì. Anche a colpi di fiducia quando era
necessario. Non ci siamo fermati nemmeno alla sacrosanta
esigenza di riconoscere diritti alle coppie omosessuali perché
sarebbe stato incivile il contrario».

 Se il primo via libera alle unioni civili è arrivato, tra le
polemiche e la delusione del mondo Lgbt, senza stepchild adoption,
il Pd ha annunciato che è pronto il dossier sulle
adozioni e il parlamento dovrà affrontare in tempi brevi
la questione.

 «Sui diritti civili - dice il vice segretario del Pd Debora
Serracchiani intervenendo alla scuola di formazione del partito -
indubbiamente anche dal punto di vista culturale, c'è stato un
passaggio in avanti straordinario, ma è solo il primo passo, non è
un punto di arrivo, il percorso è ancora lungo, e la prossima
settimana si parte con il ddl adozioni, adozioni per tutti
sia chiaro».

Dopo l'approvazione in Senato, arrivata con un maxiemendamento ad hoc (con stralcio della stepchild adoption, ovvero l'adozione del figlio del partner) su cui il governo ha posto la fiducia, il ddl Cirinnà sulle unioni civili approda in commissione Giustizia alla Camera.

«Agli opposti estremismi - scrive nella sua newsletter il premier Matteo Renzi- voglio dire che è finito il tempo in cui in Italia qualcuno aveva un diritto di veto, di blocco. Siamo andati avanti sulle riforme anche quando i più ci dicevano di fermarci. A colpi di fiducia? Sì. Anche a colpi di fiducia quando era necessario. Non ci siamo fermati nemmeno alla sacrosanta esigenza di riconoscere diritti alle coppie omosessuali perché sarebbe stato incivile il contrario».

Se il primo via libera alle unioni civili è arrivato, tra le polemiche e la delusione del mondo Lgbt, senza stepchild adoption, il Pd ha annunciato che è pronto il dossier sulle adozioni e il parlamento dovrà affrontare in tempi brevi la questione.

«Sui diritti civili - dice il vice segretario del Pd Debora Serracchiani intervenendo alla scuola di formazione del partito - indubbiamente anche dal punto di vista culturale, c'è stato un passaggio in avanti straordinario, ma è solo il primo passo, non è un punto di arrivo, il percorso è ancora lungo, e la prossima settimana si parte con il ddl adozioni, adozioni per tutti sia chiaro».

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 1
    • 6
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 2
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 2
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 1
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD