Glamour, vent'anni
di sfide vinte
insieme alle donne

di staff Style.it 

Il magazine femminile più letto in Italia compie vent'anni. Li festeggia insieme a Monica Bellucci (cover woman di aprile), allo shopping geolocalizzato e al suo nuovo sito. All'avanguardia

<<>0
1/

Vent'anni di storia. In cui Glamour ha guidato, raccontato, creato una generazione di donne nuove. Vent'anni in cui ha scoperto e sostenuto nuovi talenti della fotografia, della moda, dello star system. Vent'anni in cui ha saputo stare, sempre, al passo con le tendenze, spesso anticipandole.

Glamour festeggia oggi insieme a una splendida Monica Bellucci, ritratta da Ellen Won Unwerth sulla cover del numero di Aprile, e al nuovo Glamour Personal Shopper sul web, innovativo, rivoluzionario, perfetta integrazione tra giornale, mobile e piattaforme di social network.

«Glamour non è un giornale come gli altri», sottolinea il direttore Paola Centomo. «Il segreto del suo successo (attualmente è il mensile femminile più letto in Italia) sta nella capacità di cambiare con i cambiamenti delle donne, di creare un mondo divertente, da sogno e al tempo stesso molto, molto utile. Soprattutto, è un giornale onesto, schietto. Che accorcia le distanze con le lettrici e lo fa con autorevolezza e sapienza».

La percezione è che abbia contribuito a creare una nuova generazione di donne... «Lo dimostrano i dati: c'è una generazione di lettrici fedelissime che è cresciuta con Glamour dai 18 ai 35 anni. Ragazze, donne che si sono riconosciute completamente, che hanno trovato spirito di servizio e interazione. Sempre con un taglio fresco, dinamico e glamourous».

Costantemente al passo con i tempi. Spesso li ha addirittura anticipati…
«Dentro Glamour ci sono vent'anni di fatiche, lavoro intenso, sfide (vinte), scelte coraggiose. È stato il primo magazine in versione pocket in Italia. Il primo a creare un'applicazione di servizio che fosse molto lontana dai suoi contenuti editoriali. Il primo giornale con shopping geolocalizzato (attraverso l'app gratuita Glamour Personal Shopper, basta infatti puntare l'iPhone sugli oggetti moda fotografati dal giornale per avere in pochi secondi i negozi più vicini dove trovarli, ndr). Il primo a lanciare un'interfaccia web con temi social completamente nuovi e su una piattaforma all'avanguardia ».

Cosa aspettarci nei suoi prossimi vent'anni?
«È già in atto una sperimentazione su nuovi territori e nuovi contenuti. Stiamo già sondando per voi quelle che potranno essere nuove aree di evoluzione editoriale».

Il viaggio continua. Stay tuned!

TAG CLOUD