Concorso scuola: come funziona il simulatore dei test

di Cinthia Mantegazza 

L'Esercitatore messo a disposizione dal Ministero ha un meccanismo semplice e chiaro. Ma è polemica sulla scelta di non fornire le risposte corrette

Cinthia Mantegazza

Cinthia Mantegazza

ContributorLeggi tutti


Foto Corbis Images

Foto Corbis Images

Dopo una serie di messe a punto, anche a seguito di segnalazioni giunte dagli stessi utenti, l'Esercitatore che il Ministero dell'Istruzione ha messo a disposizione dei candidati al concorso a cattedra si è stabilizzato. Vediamo di capire come funziona il simulatore, valutando i pro e i contro ai fini della preparazione alla prova preselettiva.

Come già anticipato la scorsa settimana, per poter svolgere le esercitazioni è necessario avere installato una versione aggiornata del Plugin Java e avere abilitato l'apertura delle finestre pop up. Fatte queste verifiche, si possono cominciare a svolgere le simulazioni cliccando nell'ordine che si preferisce le caselle di una specie di "scacchiera".

Ciascuno dei test è:
•    numerato (in tutto sono 70), in modo da gestire più efficientemente questa fase;
•    impostato esattamente come una prova d'esame, sia dal punto di vista dell'interfaccia, sia dal punto di vista delle domande (ricordiamo: 18 di logica, 18 di comprensione del testo, 7 di informatica e 7 di lingua);
•    ripetibile quante volte si vuole: ciascun modulo contiene sempre la stessa batteria di domande ma presentate ogni volta in ordine diverso.

Nella schermata di ciascun test ci sono sempre un cronometro per la segnalazione del tempo e 4 bottoni-funzione: torna alla domanda precedente; cancella la risposta; vai al riepilogo; conferma e procedi. Durante i 50 minuti previsti per lo svolgimento della prova, è possibile:
•    muoversi avanti e indietro tra le domande, anche se non si è selezionata una risposta;
•    cancellare una risposta data;
•    interrompere momentaneamente il flusso del test per andare ad una pagina di riepilogo che segnala le domande a cui non si è ancora risposto;
•    procedere al quesito successivo dopo aver confermato la risposta.

Allo scadere del tempo (il cronometro si ferma automaticamente solo alla fine dei 50 minuti a disposizione, non prima) si genera una schermata che comunica il punteggio del test, specificando il numero di risposte corrette, errate e omesse. In più, un riepilogo di dettaglio indica in verde e in rosso le risposte rispettivamente giuste e sbagliate, senza però indicare, in questo secondo caso, l'alternativa corretta.

Detto che si tratta di un applicativo veramente "basic", l'Esercitatore è abbastanza convincente dal punto di vista della chiarezza e dell'usabilità: i passaggi sono spiegati in modo semplice, le segnalazioni sono appropriate e, in più, nella home page, tra altri link utili, è stato aggiunto quello a un modulo per la segnalazione di eventuali malfunzionamenti.

Quello che continua a non convincere è la scelta di non fornire le risposte corrette alla conclusione dei test. Per ottenerle (oltre a pagare per qualche formulario di fonte non ufficiale, pubblicato al volo in questi giorni) i candidati possono o riprovare in successione tutte le possibili alternative di risposta o, quando è possibile, reperire altrove l'informazione. Forse più utile sarebbe stato dare evidenza dei ragionamenti logici dietro ad alcuni dei quiz in modo da fornire delle linee-guida, ma senza incappare in memorizzazioni "furbette".

Sarà importante analizzare le percentuali di successo dopo il 17 e 18 dicembre (date previste per la prova): costituiranno una interessante cartina di tornasole della nuova metodologia di somministrazione dei test inaugurata con questo concorso.

Leggi anche:

>>Pubblicati il calendario e il simulatore dei test

>>Concorso scuola: facciamo il punto della situazione

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD