Qual è il lavoro che sognavi da bambino?

di Francesca Porta 

Una ricerca condotta dal network professionale LinkedIn svela quali sono i lavori che i professionisti italiani sognavano quando erano piccoli

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

C'è chi vuole fare l'insegnante, chi sogna di diventare un dottore, chi desidera pilotare un aereo. Quando si chiede a un bambino «cosa vuoi fare da grande?», le risposte sono tante e imprevedibili. E, soprattutto, sono accompagnate da una convinzione e da una determinazione che sembrano essere incrollabili.

Quando si cresce, poi, si fanno i conti con la realtà. Secondo una ricerca condotta da LinkedIn, il più grande network professionale al mondo, solo il 10,5% degli italiani è riuscito a trovare il lavoro dei suoi sogni, mentre ben il 55,7% ha abbandonato l'antico proposito (a volte perché il desiderio originario era folle, a volte perché crescendo l'interesse professionale è cambiato).

Ma tutti, uomini e donne, italiani e non, si ricordano qual era il lavoro che sognavano da bambini. Per quanto riguarda l'Italia, i dati raccolti da LinkedIn svelano che il 9% dei professionisti da bambino sognava di fare l'ingegnere, l'8,2% lo scienziato e il 7,4% il medico o l'infermiere. Il 6,3% dei lavoratori italiani desiderava diventare un insegnante, il 5,8% il pilota di aerei o elicotteri, il 3,4% l'atleta professionista e/o olimpionico. Il 3,2% sognava una carriera da scrittore o giornalista, il 3,2% da avvocato, il 2,9% da artista e il 2,9% da astronauta.

Con qualche differenza tra uomini e donne. Se, infatti, i bambini prediligevano le professioni scientifiche (il 13,1% voleva fare l'ingegnere, il 10% lo scienziato, il 6,8% il medico), le bambine mostravano da subito un temperamento più artistico e culturale (il 12,5% voleva fare l'insegnante, il 6,2% la scrittrice o la giornalista, il 6,2% la stilista o la designer). Molto maschile era anche il sogno di diventare un atleta (si pensi a quanti bambini, in Italia, sono appassionati di calcio), mentre molto femminile era il desiderio di diventare una cantante o una ballerina.

Per quanto riguarda il resto del mondo, le professioni più desiderate da bambini sono pressoché le stesse che in Italia: negli Stati Uniti e in Canada vince l'insegnamento, in Germania e a Hong Kong si predilige la professione di scienziato, nel Regno Unito, in Nuova Zelanda e in Sudafrica i lavoratori sognavano invece di diventare medici o infermieri.

In Francia, Paesi Bassi, Austria, Svizzera e Australia, la maggior parte dei professionisti intervistati da LinkedIn da piccoli sognavano di diventare piloti di aerei o elicotteri, mentre in India, Svezia, Brasile, Singapore, Emirati Arabi e Indonesia si desiderava diventare ingegneri. Per quanto riguarda la Spagna, la ricerca rivela un pari merito tra scienziati e ingegneri.

E tu? Quale lavoro sognavi di fare da bambino? Raccontacelo lasciando un commento e soprattutto scrivendoci via Twitter attraverso l'hashtag #illavorochesognavo.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD