DALLA SOCIETA'10:48 - 23 novembre 2009

Pausa pranzo addio, per il ministro Rotondi è una perdita di tempo

Il ministro Rotondi: la pausa pranzo è una perdita di tempo, prendiamo esempio dalla Germania

di Lavinia Farnese
<p style="margin: 5pt 0pt;"><span>Pausa pranzo addio, per il
ministro Rotondi è una perdita di tempo</span></p>
PHOTO GETTY IMAGES

Può essere che ci si dilunghi troppo, in alcuni casi è un mordi e fuggi, nei peggiori, invece, è solo un mordi e mordi davanti al pc. Quella pausa pranzo che oggi, per Gianfranco Rotondi, ministro per l'Attuazione del programma di governo, è addirittura «un danno al lavoro e all'armonia della giornata». «In Germania- argomenta Rotondi- la pausa pranzo dura mezz'ora, si estende a 45 minuti per chi lavora oltre le 9 ore. Tuttavia, un quarto dei tedeschi trascorre la propria pausa pranzo lavorando. Anche in Inghilterra molti dipendenti vi rinunciano o la riducono».

Noi pensiamo che: Sia giusto che i tempi non si dilatino, e che la pausa pranzo non sconfini in una siesta. Ma non si finisca colleghi-robot che condividono in un open-space solo la scrivania.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).