DAI PALAZZI11:08 - 23 novembre 2009

Silenzio, parla Ciampi: <No alla legge taglia processi>

Carlo Azeglio Ciampi alza la voce e dice "no" alla legge tagli processi del governo Berlusconi

di Greta Privitera
<p>Silenzio, parla Ciampi: &lt;No alla legge taglia
processi&gt;</p>

Se perfino Carlo Azeglio Ciampi, ex presidente della Repubblica, si scompone, forse forse c'è veramente qualcosa che non va.  Il suo è l'ultimo dei "basta" in prima pagina ad un premier, Silvio Berlusconi,  accusato più volte di  farsi leggi su misura, ultima quella sul processo breve.  «Viviamo un tempo triste- dice l'ex presidente della Repubblica- Negli anni finali della mia vita, non immaginavo davvero di dover assistere ad un simile imbarbarimento dell'azione politica, ad una aggressione così brutale e sistematica delle istituzioni e dei valori nei quali ho creduto...».  La paura è condivisa da trecentotrentamila firmatari dell'appello lanciato su Repubblica dallo scrittore Roberto Saviano per il ritiro della norma. Sigla anche Benigni contro l'utilizzo della politica ad personam che svilisce le istituzioni.

Noi pensiamo che: Sorge spontaneo chiedersi se gli italiani, quelli che vanno al supermercato senza auto blu, possano ancora avere fiducia nelle strutture governative, quelle che, in teoria, dovrebbero rappresentarli e difenderli ma che ultimamente preferiscono rappresentarsi e difendersi.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).