DAL MONDO13:45 - 24 novembre 2009

Filippine: dopo la strage lo stato d'emergenza

Sull'isola di Mindanao è starge di politici e giornalisti. Il presidente delle Filippine dichiara lo stato d'emergenza

di Greta Privitera
<p>Filippine: dopo la strage lo stato d'emergenza</p>
PHOTO @ GETTY IMAGES -

Trentanove cadaveri recuperati in una fossa comune. Quattordici le donne. Finora, che è passato un giorno dalla strage sull'isola di Mindanao, nelle Filippine: un commando di uomini armati sequestra una quarantina di persone tra deputati locali e giornalisti. Il Presidente , Gloria Macapagal Arroyo, dichiara lo stato d'emergenza. E che emergenza. Si pensa che le violenze siano frutto di rivalità politiche tra due clan della zona in vista delle elezioni provinciali del 2010. Corpi fatti a pezzi crivellati da colpi di arma da fuoco. Senza pietà.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).