DALLA SOCIETA'09:51 - 24 novembre 2009

Rosa la nostra TV, rosa il Parlamento svizzero: è la carica delle donne

Le conduttrici italiane conquistano spazio in televisione. E in Svizzera hanno la gonna le cariche politiche più alte

di Lavinia Farnese
<p>Rosa la nostra TV, rosa il Parlamento svizzero: è la carica
delle donne</p>

In mano alle donne. La TV italiana, come la Svizzera. Da Alessia Marcuzzi a Ilaria D'Amico, tra conduttrici e giornaliste, si sono prese 180 ore settimanali dei nostri palinsesti, lasciando gli uomini annaspanti dietro, a 155. Non era mai successo nella storia. Come non era mai successo che la confederazione elvetica facesse sedere nelle sue poltrone più alte tre vertici rosa: Doris Leuthard, presidente del consiglio nazionale e degli Stati, Pascale Bruderer Wyss e Erika Forster Vannini alla guida dei due rami del Parlamento. La Bruderer Wyss, a 32 anni, è la più giovane parlamentare chiamata a ricoprire questo incarico. La Foster Vannini è invece la terza donna a presiedere la Camera alta, dopo Josi Meier nel 1992 e Francoise Saudan nel 2001.

Noi pensiamo che: Questo sia un altro passo verso la parità vera. C'è da dire, con una differenza: che le italiane che vincono in TV qui spesso salgono così anche il primo gradino di Montecitorio (due per molte: l'ora onorevole Elisabetta Gardini e l'ora ministro Mara Carfagna). Le cugine d'oltralpe, invece, son tutte master, consulenze, concorsi (e non di bellezza).

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).