Pillole di giornata: dall'Afghanistan al crocifisso!

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Pillole di giornata: dall'Afghanistan al crocifisso!</p>

E se ci va l'America in Afghanistan ci andiamo anche noi! Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha ricevuto oggi una telefonata da parte del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nella quale è stata esaminata principalmente la situazione in Afghanistan, ed il presidente americano ha illustrato i punti salienti della revisione strategica che l'Amministrazione Usa si appresta a varare. Il premier nostrano ha assicurato un rafforzamento dell'impegno della comunità internazionale in suolo afghano. Don't worry Obama,  puoi festeggiare il Thanksgiving, il giorno del ringraziamento, serenamente, l'Italia è con te. E già.

Mentre Berlusconi è al telefono,  aderiscono sempre più artisti all'appello di Roberto Saviano,"Presidente, ritiri la norma del privilegio".  Firmano oggi dal mondo dello spettacolo Adriano Celentano, Fabio Fazio, Claudia Mori. Da Parigi aderisce anche  l'architetto Renzo Piano. I consensi aumentano di giorno in giorno e la rete, facebook in primis, ne è la prova.

Ultime notizie dal mondo Rai: Antonio di Bella, l'ex direttore del Tg3,  diventa il nuovo direttore di Raitre prendendo il posto di Paolo Ruffini,  a cui verrà affidata la gestione della struttura che sovrintenderà ai nuovi canali Rai sul digitale terrestre. C'è stato un solo voto contrario di Rizzo Nervo che protesta: "Il 15 dicembre la Terza Rete compirà trent'anni ed oggi il Consiglio di amministrazione ha dato il via alle celebrazioni cacciando il suo direttore. Non avrei mai immaginato che la richiesta di epurazione da mesi sollecitata dall'esterno potesse essere accolta con un solo voto contrario".

I malcontenti oggi, non finiscono qui. Gli immigrati francesi propongono l'1 marzo come  la " giornata senza di noi", saranno ventiquattro ore di boicottaggio economico. Quel giorno non lavoreranno e non consumeranno  per dimostrare alla Francia quanto, in realtà, siano fondamentali per "far girare" il paese.  Come faranno les citoyens senza di loro?

Ed infine Francesco Di Giorgio, il sindaco di Chiusa Sclafani, nel palermitano reagisce, un po' esagerando,  alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo: non solo il crocifisso dovrà essere appeso nelle aule scolastiche, ma anche in tutte le stanze degli edifici comunali. Pena? Cinquecento euro di multa. Immaginiamoci se l'Italia non fosse un Paese laico…


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).