DAI PALAZZI12:11 - 30 novembre 2009

Brunetta, dalla guerra ai fannulloni all'operazione cortesia

Il ministro Renato Brunetta ha in cantiere una legge contro la maleducazione negli uffici pubblici

di Lavinia Farnese
<p>Brunetta, dalla guerra ai fannulloni all'operazione cortesia</p>
PHOTO KIKAPRESS

Dimenticate le smorfie d'insofferenza dell'impiegato mentre scartabella documenti e ricevute al cospetto di una nostra richiesta, o il suo sbuffo non trattenuto, o la sua disattenzione voluta, indugiando al telefonino mentre siamo in attesa di un riscontro urgente. Renato Brunetta, dopo la guerra ai fannulloni, si erge a paladino del garbo, e dichiara guerra alla maleducazione. «La mia prossima battaglia - ha annunciato il ministro per la Pubblica Amministrazione - sarà l'obbligo della gentilezza e cortesia contro le molestie burocratiche. Tutti i pubblici dipendenti, tra pochi mesi, quando sarà approvata la mia legge, dovranno essere gentili e cortesi». Altrimenti? Se gli interlocutori dei cittadini - dai telefoni, alle mail, agli sportelli della macchina pubblica - marineranno l'operazione cortesia, le "faccine" già istituite dal ministro per misurare il livello di gradimento, assumeranno l'espressione all'ingiù. E si potrà così facilmente intervenire sulla criticità dei messi sotto scacco che non hanno avuto un comportamento soddisfacente. Che hanno cioè peccato di scarsa cortesia.

Noi pensiamo che: Se davvero basterà una legge per far rispettare una regola di buon senso che dovrebbe già valere agli indirizzi statali come a quelli privati, chapeau.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).