Dalla mafia a Noemi Letizia

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Dalla mafia a Noemi Letizia</p>

«Se c'è una persona che per indole, sensibilità, mentalità, formazione, cultura ed impegno politico, è lontanissima dalla mafia questa persona sono io». Si difende Silvio Berlusconi dopo gli attacchi degli ultimi giorni. Afferma di non aver mai avuto niente a che fare con nessuna delle organizzazioni malavitose, ma anzi di essersi sempre battuto per contrastarle. Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, non perde tempo e ribatte: «Se c`è una persona bugiarda è Silvio Berlusconi. Infatti, ha uno strano modo di combattere la mafia: tenendosela a casa e portandola in Parlamento. Invece di continuare a fare proclami, vada dai magistrati a farsi giudicare e spieghi loro i rapporti che ha intrattenuto con imprenditori e altri personaggi vicini alla mafia».

Invece, in Iran il presidente Mahmoud Ahmadinejad ha annunciato la costruzione di 5 nuovi impianti per l'arricchimento dell'uranio e di trovare la collocazione per altri 5 nei prossimi due mesi, sfidando, per l'ennesima volta, la comunità internazionale capitanata dall'America di Obama che ricorda che questa sarebbe «un'altra grave violazione degli obblighi dell'Iran fissati da tante risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu e di un altro esempio del fatto che Teheran ha scelto l'isolamento». Così facendo Tehran si allontana sempre di più da una possibile riconciliazione con i paesi delle Organizzaione delle Nazioni Unite.

E la Svizzera sciocca l'Europa con la proposta di divieto di costruzione di nuovi minareti nel Paese. Il referendum sulla proposta di modifica costituzionale promosso dalla destra nazional-conservatrice ha visto prevalere i sì con il 57,5%. Un risultato che fa tremare Amnesty International che afferma: «Si tratta di un divieto totale che rappresenta una violazione della libertà di religione ed è incompatibile con le convenzioni internazionali firmate dalla Confederazione». E la Lega esulta. Davvero!?!

In America, precisamente a Tacoma, Washington, ancora una di quelle stragi stile USA: quattro agenti di polizia, tre uomini e una donna, sono stati uccisi a colpi di pistola in un agguato in un coffee-shop ai confini orientali della base aerea di McChord. Secondo i primi rilievi non si tratterebbe di una rapina: gli agenti erano proprio l'obiettivo dell'attacco. Terribile. L'America non è nuova a stragi di questo tipo che spesso sono massacri guidati da tanta rabbia repressa e solitudine.

Evvai Noemi, ce la stai per fare. Eccola, in gigantografie sparse per il capoluogo campano, Noemi Letizia che spopola sui cartelloni pubblicitari di Napoli. La ragazza di Portici diventata famosa dopo che Silvio Berlusconi ha partecipato alla sua festa dei 18 anni che da qualche tempo è testimonial di una casa di biancheria intima. Chissà se "Papi" sarà orgoglioso della sua "figlioletta d'arte"? Riteniamoci fortunati, meglio su un cartellone che in Parlamento.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).