Dalle liti del Pdl alla rivoluzione di Google

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Dalle liti del Pdl alla rivoluzione di Google</p>

Le parole rubate a Fini da quei microfoni traditori con il procuratore Nicola Trifuoggi, scatenano, come ci si aspettava, l'ira del premier Silvio Berlusconi, che dice "Di fatto ormai è fuori dal Pdl, ci si è messo da solo". Il Presidente del Consiglio è arrivato alla conclusione, per la prima volta, che il rapporto con Gianfranco Fini non sia più recuperabile. Nello sfogo il premier è arrivato a chiedere ai presenti di mettere politicamente in mora il "reo", fino a costringerlo alle dimissioni. Inutile dire che tirano brutte arie nei palazzi del Popolo delle Libertà

Questa notte l'America ha aspettato ansiosa il discorso del Presidente Obama, che ha parlato in tv della nuova strategia da attuare in Afghanistan.  L'incremento delle truppe rientra in un cambiamento di strategia lungamente atteso che si spera possa portare alla sconfitta dei talebani e consentire una graduale uscita statunitense dalla guerra prevista nel 2011. Obama risponde alle critiche e precisa: «C'è chi sostiene che l'Afghanistan è un altro Vietnam - ha poi aggiunto - e che non può essere stabilizzato e noi faremmo meglio a limitare le nostre perdite e a ritirarci rapidamente. Queste asserzioni si basano su una lettura erronea della storia. Contrariamente al Vietnam noi siamo alleati con una larga coalizione di 43 nazioni che riconoscono la legittimità della nostra azione. Contrariamente al Vietnam, noi non ci troviamo di fronte a una insurrezione largamente alimentata dalla popolazione. E, ancora più importante, contrariamente al Vietnam, gli americani sono stati vittime di attentati abominevoli provenienti dall'Afghanistan e sono tuttora il bersaglio di questi stessi terroristi». Un discorso forte, che, come sempre, ha tenuto i cittadini a stelle e strisce incollati allo schermo.

Esordisce con un: "hanno trovato come incastrarmi", il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, seguito dal sindaco Letizia Moratti e al presidente della Provincia, Guido Podestà, ricevono oggi un avviso di garanzia riguardante un'inchiesta su ambiente e inquinamento a Milano."Finalmente - ha proseguito il governatore - hanno trovato il modo di incastrare il presidente della Regione. L'avviso di garanzia sembra sia arrivato sulla base di una denuncia ed è la ripetizione, pari pari, di una cosa avvenuta già negli anni scorsi, che però ha spinto il pm ad archiviare la denuncia". Anche la Lombardia ha scheletri nascosti nell'armadio?

E di mani in aiuto, oggi, l'Italia ne avrebbe si bisogno. Ed ecco che viene presentata a Roma la mano bionica: funziona perfettamente con cinque dita indipendenti. Impiantata in un uomo italo-brasiliano di 26 anni che dopo un incidente stradale aveva subìto un'amputazione fino a metà avambraccio. Realizzata dalla Scuola Sant'Anna di Pisa nell'ambito del progetto 'LifeHand', la mano biomeccanica controllata direttamente dal cervello. Un'importante rivoluzione medica che potrebbe cambiare il destino di tante persone

Google apre ai contenuti editoriali a pagamento: «Abbiamo deciso di permettere agli editori di limitare il numero di accessi gratuiti», spiega il primo motore di ricerca la mondo, evidenziando come la decisione fa in ogni caso sì che i contenuti siano «accessibili a un ampio pubblico. Siamo coscienti - ammette Google - che creare contenuti di qualità non è facile e spesso è costoso». «Come può il giornalismo sopravvivere all'era internet», Murdoch ha ribadito che gli editori devono pagare per i contenuti che distribuiscono perché le notizie di qualità non sono gratuite e non possono dipendere solo dalla pubblicità. Una decisione saggia, vediamo com eregirà il pubblico degli internauti.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).