DAI PALAZZI12:22 - 02 dicembre 2009

Dai tornelli alla cortesia, ai conduttori TV, è il Brunetta Show

Il ministro Renato Brunetta ha in cantiere una legge che renda visibili nei titoli di coda dei programmi Rai i compensi dei conduttori

di Lavinia Farnese
<p>Dai tornelli alla cortesia, ai conduttori TV,&nbsp;è il Brunetta
Show</p>
PHOTO KIKAPRESS

Ormai, siamo a quota due in una settimana. Il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, in attesa della trasparenza privata (quella del velo da sposa della sua Titti, che le nozze s'immaginano a breve, nel 2010, a Venezia), è una fucina d'idee sulla trasparenza pubblica. Dopo aver fatto tremare i fannulloni, coi tornelli, e più di recente ancora con la promessa di una legge che renda obbligatoria la cortesia negli uffici pubblici, oggi nel suo mirino ci finisce la televisione, pubblica. Starebbe infatti l'onorevole lavorando col direttore generale Rai Mauro Masi alla proposta di «pubblicare nei titoli di testa e di coda delle trasmissioni Rai tutti i compensi dei conduttori». Altro giro, altra corsa: «Sto cercando di fare trasparenza e ci riuscirò, anche nella Rai che ha un azionista pubblico. Vuol dire dare il giudizio nelle mani dei cittadini», afferma. La Rai, aggiunge, «è un concentrato di professionalità. Perché fare figli e figliastri?».

Noi pensiamo che: Bene la trasparenza sui cachet da capogiro, di milioni di euro, da Vespa a Bonolis a Benigni. Ma il suo sta diventando un One man show politico. Ergo, vorremmo sapere anche il suo, di gettone.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).