Sara Luce, lei è la speranza

di Greta Privitera
<p>Sara Luce, lei è la speranza</p>

Sara Luce non lo sa. Non sa di essere diventata il simbolo del tragico sisma che il 6 aprile scorso ha colpito le terre d'Abruzzo. Colpa di una foto che ha fatto il giro di tutto il mondo. Era lei la protagonista dello scatto, insieme alla mamma, qualche ora dopo la catastrofe, che dormiva su una barella nel piazzale dell'ospedale San Salvatore, e lì divenne famosa. Papà, Carlo Cruciani, mamma, Stefania Faraone, e la piccola Sara Luce,  ora non vivono all'Aquila: dopo tre mesi passati in albergo, sono nella casa di proprietà a Borgo Santa Maria, frazione del comune di Pineto, dove la piccola va a scuola. "La bambina è serena, Sara Luce non ha paura del terremoto", dice la mamma. Ha 7 anni e non supera il metro e venti,  ma rappresenta con una tale forza e umanità, naturali solo ai bambini, la speranza di una popolazione che si sta ricostruendo.

Noi pensiamo che: non è una donna, no. Ma vediamo in lei il futuro di queste famiglie che si sono viste rubare la vita. Per ciò le dedichiamo, con affetto, questa giornata.

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).