DAL MONDO11:30 - 08 dicembre 2009

Bagdad esplode ancora, oltre 100 morti

Oltre 100 morti negli attentati a raffica nella capitale irachena

di Lavinia Farnese
<p>Bagdad esplode ancora, oltre 100 morti</p>
PHOTO GETTY IMAGES

E' l'Immacolata, in Italia i bambini fanno l'albero di Natale e il presepe in famiglia. A Bagdad si muore come non si moriva da (poco) tempo. Dal 25 ottobre, per l'eattezza, quando un duplice attentato faceva 90 vittime. Stavolta cinque autobombe, cinque esplosioni a raffica, quasi simultanee, strage di 101 lavoratori, passanti, ragazzini, che certo saliranno, di cui 12 studenti, che è stata colpita anche l'università, tra gli obiettivi strategici vicino alla Zona verde, nella capitale irachena, e i duecento feriti invadono gli ospedali, dalle 10.25 ora locale (le 8.25 da noi), quando un attentatore suicida si fa saltare in aria a Dora, e dà il via alle altre deflagrazioni: a Nahda, davanti agli uffici del ministero degli Interni, a Nidaa, davanti alla moschea, nei pressi di un ufficio giudiziario, a Mustansiriya, nei pressi dell'università, poco distante dal ministero del lavoro e degli affari sociali, e l'ultima nei dintorni della piazza al Rusafi, nel cuore della capitale.

Noi pensiamo che
:
Ha ragione Stanley Cohen, sovra-esposti ad immagini di sofferenza, stiamo perdendo la capacità di reagire. Come presi da una "stanchezza da compassione" (il sovraccarico d'informazioni porta a una normalizzazione e a una conseguente de-sensibilizzazione), davanti all'ennesima autobomba esplosa in Iraq cambiamo canale, o sfogliamo il giornale alla notizia che segue. Indifferenza per uno shock consueto, lo chiama lui. Ecco: 101 vittime non sono proprio una storia da restare indifferenti, diciamo noi.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).