DAI PALAZZI12:59 - 09 dicembre 2009

Centrali nucleari d'Italia

Indiscrezioni sui luoghi in cui sorgeranno. L'Enel smentisce.

di Lavinia Farnese
<p>Centrali nucleari d'Italia</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Se le voci sono vere, potrebbe rifumare al nord la prima centrale nucleare italiana del dopo 1987, quando un referendum dopo la tragedia di Chernobyl bloccò l'energia atomica. A Chioggia, in Veneto, vicino all'area del Polesine. Anche se il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola aveva offerto il suo praticello: «Se potessi scegliere dove mettere una centrale nucleare», aveva detto con tono serio, «me la metterei nel giardino di casa». Casa che è il Liguria: governata dal centro-sinistra, tra le dieci Regioni ad aver fatto ricorso alla Consulta contro la legge 99. Quella con la quale il governo ha riaperto la strada al nucleare. Strada, che vedrà il primo bivio il 15 febbraio, quando saranno depositati i quattro provvedimenti necessari per riaprire la nostra terra e i nostri cieli alle scorie. Circolano, intanto, presunte liste di terre e cieli papabili. Che sono quasi tutti quelli di 22 anni fa: Trino Vercellese, Caorso, Montalto di Castro, Latina e Garigliano. Più Oristano, Palma (in Sicilia, Agrigento) e Mon­falcone, idonee da trenta, di anni, dalla mappa del 1970 del Cnen. L'Enel, che ha il compito di stilare la lista, mette però le mani avanti: ancora non ci sono, i luoghi delle centrali, il dossier che citate è vecchio, e quello nuovo è segreto. Tanto segreto che l'amministratore delegato, Fulvio Conti, non ne svelerebbe i contenuti «nemmeno sotto tortura». Dunque: con buona pace di chi si ritroverà una centrale nucleare per vicino, bisognerà attendere la prossima primavera. 

Noi pensiamo che: Il nucleare potrebbe essere un'ottima soluzione per il risparmio energetico, per un'Italia che petrolio e gas li prende da fuori, ma Chernobyl è ancora troppo vicina per dormir sonni tranquilli.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).