Dall'America alla pizza

Rassegna stampa

di Lavinia Farnese
<p>Dall'America alla pizza</p>

Per il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è stato il giorno dei buoni propositi. A Washington promette nuove misure contro la recessione e per lo sviluppo, di destinare i fondi delle banche in difficoltà all'occupazione e a ridurre il deficit, per dimezzarlo entro il 2012. «Tre le aree di intervento: infrastrutture, piccole imprese ed energia», assicura. Meno buoni i pensieri del governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi: «I debiti bancari attuali sono dell'ordine dei trilioni di euro, ma la maggiore preoccupazione è la mole del debito pubblico e dei privati».

Bagdad, intanto, è stata dilaniata da cinque esplosioni a catena, che all'alba sventrano palazzi, uccidono oltre 100 persone, ne feriscono 400. Nel mirino palazzi governativi, l'università, il mercato in pieno centro. «È Al Qaeda», è certo il primo ministro Nuri al-Maliki, nell'ennesimo «atto di codardia», nell'ennesimo tentativo di «ostacolare le elezioni». Quelle che si terranno il 6 marzo 2010 in Iraq, che rappresentano un passo verso la democrazia, che sono costate, negli ultimi quattro mesi, tre attentati, e 400 morti. «E c'è da aspettarsi un'intensificazione degli attacchi», dice il ministro degli Esteri, Franco Frattini.

Si è intossicato piuttosto la sua, di vita, togliendola a colei che non lo voleva, Simone Baroncini, 36 anni, operaio di Pisa. Colei è Vanessa, di anni ne ha 20. A Gallicano (Lucca), sono amici da anni. L'altra sera escono, lui la passa a prendere per una una festa, lui però poi ferma l'auto, su una stradina di campagna, tenta un approccio, lei lo respinge, lo graffia, lui allora le mette le mani al collo e la strangola. Lei, finirà sul greto del fiume Serchio, lui, in manette, a confessare ai Carabinieri: «Ho perso la testa dopo il rifiuto ma non pensavo di averla uccisa, credevo fosse svenuta».

È allarme, intanto, al vertice globale sul clima di Copenhagen. Tempo davvero non ce n'è più, da perdere. Perché l'ultimo è stato il decennio più caldo degli ultimi 160 anni, racconta l'Organizzazione meteorologica mondiale. E per alcune aree - Africa e Asia Centrale - il 2009 passerà alla storia addirittura come l'anno in assoluto più caldo. Per trovare il decennio più freddo degli ultimi 500 anni, bisogna invece tornare indietro tra il 1810 e il 1819, durante la campagna di Russia di Napoleone. A ragionar per assurdo, se l'avesse saputo prima forse non sarebbe partito.

A ragionar per assurdo non si arriverebbe a credere a quanto accaduto nella città di Xiangtan, provincia cinese dello Hunan. Un ragazzo, all'uscita dalla scuola privata serale, coi compagni corre giù, per le scale, inciampa, cade e trascina gli altri con sé, si calpestano. Muoiono in otto, in 26 restano feriti.

Né alla storia di Alex. Nel 1987 il padre lo fa rapire a Guidonia (Roma) che era un bambino di cinque anni, per strapparlo alla madre arrestata per droga lo fa portare in Egitto. Oggi l'italiano l'ha dimenticato, ma ha studiato informatica, ben conosce Facebook e ha voglia di ricercare le sue origini. Così, sul social network cerca un contatto con tutte le persone che portano il suo cognome, Anfuso. Tra loro, trova Pino, telecineoperatore Rai della Calabria, che racconta tutto a Chi l'ha visto, che gli dedica un servizio. La madre ricercata, Silvana, si scoprirà essere ormai morta. In compenso, lui riuscirà forse a recuperare quel certificato di nascita che a ogni colloquio d'impiego gli chiedono e che finora non ha mai avuto.

E chiudiamo in bellezza: la nostra pizza napoletana è stata incoronata dall'Ue, avrà il marchio Sigillo di Qualità, e sarà così protetta da imitazioni e falsi. «Il giusto premio per uno dei prodotti - simbolo della nostra tradizione culturale e gastronomica», è soddisfatto il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino. Gino Sorbillo è invece lo storico gestore di un'omonima pizzeria nel centro antico di Napoli: «È una vita che aspetto questo momento», gioisce. Noi, dal canto nostro, restiamo in attesa: che i sistemi di verifica ben valutino, forno a legna per forno a legna, e ci dicano.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Elena 81 mesi fa

sto cercando di esprimere i miei ringraziamenti per il servizio che fornite. Ma non riesco ad aggiungere il commento . Volevo solo fare i miei complimenti all'idea che avete sviluppato di riassumere le notizie più salienti del giorno. E' utilissima. Così anche chi , come me, nella sua giornata, è sempre troppo stretta nel tempo per informarsi, avrà una opportunità veloce per farlo. Grazie!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).