DAL MONDO00:10 - 10 dicembre 2009

Copehnagen: parla la Cina

La Cina parla in merito di clima

di Greta Privitera
<p>Copehnagen: parla la Cina</p>

E a Copenhagen si continua a stupire. Questa volta è la Cina che incalza gli Usa. "Taglieremo le emissioni della metà al 2050 se i paesi ricchi ridurranno la Co2 del 25-40 per cento entro 2020". Ma al vertice Onu sul clima in corso a Copenaghen è anche guerra di cifre, e sugli aiuti ai Paesi poveri è scontro. In scena, sempre la Cina, che si unisce al 'popolo' dei G77, il gruppo di 131 paesi in gran parte via di sviluppo, e all'India. "10 miliardi di dollari all'anno per il
triennio 2010-2012 non bastano, occorre un obiettivo a lungo termine", ha detto il capo negoziatore Xie Zhenuha. La Cina chiede al presidente Usa, Barack Obama, di aumentare l'offerta di riduzione delle emissioni di Co2. In cambio offre un ruolo costruttivo. L'India, dal canto suo, parla di unità di intenti con Cina e G77 nel non volere un accordo incompleto.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).