Berlusconi su facebook

Il social network si scatena dopo l'aggressione a Silvio Berlusconi

di Greta Privitera
<p>Berlusconi su facebook</p>

Massimo Tartaglia sarà uscito di casa e si sarà recato alle 18.30 in Piazza Duomo con l'intento, premeditato, di colpire in faccia Berlusconi? Ancora non si sa. Ma ciò che è certo è che ha infiammato gli animi dell'opinione pubblica italiana, che sempre ama lo stadio. E facebook, considerato il nuovo termometro dell'Italia moderna, è il primo canale che si colora di slogan coloriti. Via alle pagine  di commento all'aggressione ai danni di Silvio Berlusconi, che fra fotomontaggi e sfottò dai toni surriscaldati, ha già la forza di trasformare la vicenda in una commedia popolare all'italiana. Gruppi, addirittura, a sostegno di Tartaglia, "santo subito" a centropagina. In meno di 12 ore hanno superato i 40 mila iscritti, numero che pare, continui a salire. Massimo Tartaglia, per un momento di pura follia diventa l'idolo di chi, mai sferrerebbe un pugno al Presidente del Consiglio, ma che nel "film" sarebbe tanto bello poterlo fare. Molti anche i gruppi contro l'aggressore: da un moderato Vergogna per Massimo Tartaglia fino ad un più estremo Uccidiamo Massimo Tartaglia. Anche su Twitter i commenti si susseguono, pochissimi in italiano, quasi tutti provenienti  dall'estero. Un utente tedesco scrive "Berlusconi colpito con un modellino del Duomo di Milano? Chi sa come è fatto il Duomo sa quanto può far male". Ma la maggior parte degli utenti in lingua inglese non riesce a trattenersi dalle battute e dalle prese in giro: FirstPoint si chiede se Berlusconi continuerà ad avere successo con le donne, mentre il tedesco Hanuman scrive: "in quanto cattolico sono contrario all'attacco a Berlusconi. L'attentatore non avrebbe dovuto infangare l'immagine del Duomo, il Colosseo sarebbe andato benissimo." L'eco di quello che succede su in rete non lascia indifferente il mondo della politica. Uno dei primi a condannare il tam tam telematico è Roberto Formigoni, mentre molti altri esponenti del PDL chiedono l'oscuramento di quelle pagine.

 

Noi pensiamo che: facebook sia una versione un po' caricaturale dell'opinione pubblica. Molte persone hanno il coraggio di usare certi termini solo perché si trovano in uno spazio virtuale, dove, ancora, la realtà è ben lontana. Certo però che un minimo fa pensare:  la politica dai toni forti crea impavidi internauti dalla cliccata facile.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

greta 81 mesi fa

Condanniamo la violenza in ogni sua forma, perchè, converrete com'è, non ha partito. Il clima politico italiano degli ultimi tempi non sta, di certo, aiutando la costruzione di un dialogo positivo basato sulle reali esigenze del popolo. Molti, ahimè, sono i casi quotidiani di violenza, spesso fomentati dai toni di alcuni politici poco democratici. E non c'è dubbio che l'Italia si trovi a vivere un periodo particolarmente caldo, dovuto ad una confusione di valori, spesso messi in dubbio dai governanti per primi, e di principi.

Minimaniu 81 mesi fa

Quoto pienamente selma. La violenza non è certo partita da qui, anzi. Non dimentichiamo cosa è successso circa un anno fa a Piazza navona, a Roma, quando un camioncino pieno di armi e delinquenti neo facisti è tranquillamente passato davanti all polizia che, anzi, li ha quasi spronati. Chiediamoci davvero da che parte venga prima di tutto la violenza, chiediamoci se questo gesto, per quanto esasperato e da condannare, sia stato dettato dal No B. day o dalla sopprtazione giunta ormai allo stremo delle prese in giro che tutti i giorni sorbiamo, dal pensare che una volta eletti la democrazia finisca e si possa parlare e agire come meglio si crede, dai "la crisi è finita" ai "io non l'ho mai detto". Il comizio era davvero stato così pacifico fino a quel momento??? Allego un articolo di Peace Reporter: L'altra faccia di una brutta serata Testimonianza da Milano: le violenze di neofascisti, sostenitori di Berlusconi e polizia contro chi contestava il premier. Domani il video Io ieri ser

selma 81 mesi fa

questo Hanuman mi piace. Tartaglia è stato detto essere un uomo con problemi psichici, qualche esponente della lega che si dice pronto ad imbracciare i fucili è da definirsi normale? Il clima di odio e violenza di cui parlavano oggi i telegiornali lo vedo di più nei i pestaggi nei confronti degli immigrati o degli omosessuali che nel pericolosissimo lancio di una miniatura del duomo contro il silvio.

Giada 81 mesi fa

Molto caricaturale direi.. e dalla cliccata sin troppo facile! Forse con un pizzico di riflessione in più ci saremmo evitati dei commenti ironici ad un fatto così grave.. ma ormai la politica italiana è pura ironia! E il popolo di facebook non ha perso occasione per dimostrarlo!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).