Da Copenaghen all'Inghilterra

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Da Copenaghen all'Inghilterra</p>

A Copenaghen è scontro tra ministri sui negoziati. La settimana decisiva del 15esimo vertice Onu sul clima, si apre con i forti contrasti che hanno caratterizzato la riunione informale del gruppo ristretto dei 45 Paesi leader, che si è svolta oggi pomeriggio in una delle sedi del Governo danese. Un'atmosfera descritta con parole forti dal ministro italiano dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, che ha parlato di posizioni "molto lontane". "A volte - ha detto - sembra di assistere a un dialogo fra sordi"."In particolare - ha rilevato- sembrano distanti e speculari le posizioni di Cina e Stati Uniti, che insistono sull'esigenza che siano gli Usa da un lato e i Paesi emergenti dall'altro ad assumersi impegni chiari di riduzione delle emissioni, senza fare aperture sulle proprie disponibilità ad impegni vincolanti". Ma oggi è stata anche un'altra giornata di incidenti in piazza quando un gruppo di 200 manifestanti ha cercato di raggiungere il porto della capitale danese ed èstato bloccati dalla polizia.


Tornando in Italia, una nuova idea nasce da Roma: porre a carico della coppia il costo per la crioconservazione degli embrioni sovrannumerari a seguito di un trattamento di procreazione medicalmente assistita. E' una delle ipotesi, secondo quanto si apprende, al vaglio della commissione del ministero della Salute sugli embrioni crioconservati. Un problema, quello relativo alla gestione degli embrioni sovrannumerari, che si pone a seguito della sentenza del 2009 della Corte costituzionale sulla legge 40 per la procreazione medicalmente assistita.


E il principe William è destinato a diventare a partire dall'anno prossimo il "Re ombra" della Gran Bretagna? Sembrerebbe così, da un documento ufficiale del Tesoro firmato dal Cancelliere dello Scacchiere, Alistair Darling, del quale l'edizione domenicale del Daily Mail pubblica ampi stralci. Il quotidiano si spinge a supporre che la regina Elisabetta, che ha già compiuto 83 anni, intenda, in un futuro non lontano, abdicare a favore del nipote 27enne, secondo nella linea ereditaria, scavalcando il figlio Carlo, di 61 anni, molti dei quali passati in attesa del trono, sul quale la madre siede da ormai 57 anni.


A Houston, in Texas, la quarta città degli Stati Uniti per numero di abitanti, si cambia musica: vince un sindaco donna «gay», ed è la prima volta che succede in una grande metropoli americana. Annise Parker, una lesbica dichiarata, 53 anni, ha battuto con il 52,8% dei voti il suo avversario Gene Locke, un afro-americano che ha ottenuto il 47,2% dei suffragi circa malgrado fosse appoggiato dall'establishment finanziario locale. Una nuova vittoria per la
democrazia.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).