DAL MONDO15:53 - 15 dicembre 2009

Impiccagioni made in Iran

Impiccati 6 uomini in piazza

di Greta Privitera
<p>Impiccagioni made in Iran</p>

Il furfante viene catturato e impiccato in piazza. Sotto gli occhi del popolo che piange o che guarda incuriosito. Non è Medioevo ma l'Iran del 2009: 4 uomini sono stati uccisi negli ultimi 6 giorni e uno verrà giustiziato oggi. «La pubblica impiccagione di persone nella stessa provincia sembra essere un'azione coordinata da parte delle autorità iraniane - ha dichiarato Mahmood Amiry-Moghaddam, portavoce di Iran Human Rights-. Siamo di fronte ad un'ondata che senza alcun dubbio ha uno scopo simbolico: contrastare le recenti rivolte in Iran». E aggiunge: «Non possiamo escludere che le persone giustiziate pubblicamente appartengano a gruppi che combattono contro le autorità iraniane». E la pagano, la pagano per tutti. Perché il regime ha bisogno di questi metodi per affermare la sua forza, per spaventare, per ricordare chi comanda. Dopo le nuove manifestazioni di piazza contro i presunti brogli elettorali, i grandi capi arrivano alle scelte estreme per spegnere le proteste di studenti, lavoratori, casalinghe stanchi delle ingiustizie di un Governo omicida. Del resto di che stupirsi, dopo le dichiarazioni di Ali Khamenei,  giusto di ieri?

Noi pensiamo che: denunciare questo atto criminoso sia doveroso nei confronti di chi, per principio, oggi muore, per mano di un regime totalitario.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).