DAI PALAZZI14:05 - 21 dicembre 2009

Chiesa e politica, 2 mondi separati

Il Papa ricorda che la chiesa e la politica devono essere separati

di Greta Privitera
<p>Chiesa e politica, 2 mondi separati</p>

Chi ha deciso di essere un pastore di anime non può cedere alla tentazione di fare politica. Questo è quello che Benedetto XVI ha dichiarato nel suo discorso alla Curia Romana. La competenza politica non spetta ai vescovi. "Come possiamo essere realisti e pratici, senza arrogarci una competenza politica che non ci spetta?". Ricordando come "ogni società "abbia bisogno di riconciliazioni, perchè possa esserci la pace". Una riconciliazione indispensabile perché ci sia "buona politica e pace". Le parole del Papa arrivano a ridosso dell'annunciata visita del 17 gennaio alla sinagoga di Roma, e alle polemiche che si sono riaperta dopo la decisione di far procedere il processo di beatificazione di Pio XII, accusato dagli ebrei di non aver fatto abbastanza per contrastare la Shoah. Una scelta che ha creato irritazione nella comunità ebraica mondiale e agitazione tra gli ebrei romani. Infine l'invito alla Chiesa perché apra "una sorta di cortile dei gentili dove gli uomini possano in qualche maniera agganciarsi a Dio" e "al dialogo con le religioni deve oggi aggiungersi soprattutto il dialogo con coloro per i quali la religione è una cosa estranea". La conclusione è affidata alle parole del profeta Isaia e alla sua creazione di uno "spazio di preghiera per tutti i popoli", anche per quelli ai quali "Dio è sconosciuto".

 

Noi pensiamo che: le parole del Papa siano molto sagge. La Chiesa e la politica sono due mondi ben distinti, con due ruoli altrettanto distinti.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).