DAL MONDO16:37 - 28 dicembre 2009

Nuove restrizioni sui voli Usa

Nuove regole per volare in USA dopo lo scampato attentato di natale

di Greta Privitera
<p>Nuove restrizioni sui voli Usa</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Certo, si poteva immaginare. La paura si gonfia come un palloncino nelle menti degli uomini e si dà il via alle precauzioni-toppa, che, come ogni palliativo, danno l'idea di essere la soluzione, almeno in parte, del problema. Si tratta di nuove regole durante i voli, sentite necessarie dopo lo scampato attentato sul volo Amsterdam-Detroit del giorno di Natale.  Eccone alcune: Nell'ultima ora di volo non è permesso alzarsi dal posto, non è ammesso avere una coperta addosso o un cuscino, non è permesso tenere alcun oggetto, non è permesso accedere al bagaglio a mano. Se un passeggero ha un bisogno impellente deve avvertire l'hostess che lo scorterà fino alla toilette. Sempre che non decida che sia rischioso. Sui monitor in cabina non sarà più mostrata la mappa con la rotta - per non dare punti di riferimento - e il comandante non darà indicazioni su luoghi di interesse. Risulta, ahimè, un pò difficile credere che queste misure possano bastare per contrastare un terrorista deciso a colpire. Il problema resta sempre quello dei controlli a terra. L'aggressore va bloccato prima che salga a bordo e dunque, serviranno nuovi sistemi per scoprire gli ordigni invisibili.

Noi pensiamo che:
sarebbe un sogno se queste nuove regole potessero garantire sicurezza a bordo, ma non è così. Il buon senso deve rimanere alla base di ogni decisione. E poi, pensiamo che la lotta ai terroristi andrebbe condotta senza troppi annunci mediatici. Altrimenti si accresce il senso di insicurezza nella società, e si concede un vantaggio propagandistico a chi le bombe le mette.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).