DAL MONDO15:01 - 06 gennaio 2010

Yemen, preso capo di Al Qaeda

Catturato Mohammed al-Hanq, minacciava l'Occidente

di Lavinia Farnese
<p>Yemen, preso capo di Al Qaeda</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Dopo gli applausi da Washington per l'intensificazione della lotta al terrorismo e l'offensiva ai suoi uomini chiave, la polizia in Yemen non si arresta, e cattura un uomo chiave, Mohammed al-Hanq, capo di Al Qaeda e referente di Osama Bin Laden nello Stato arabo. Raccontano le fonti locali che al-Hanq era già rimasto ferito due giorni fa in uno scontro a fuoco nella città di Hanak, in quel raid da cui lui e altri due miliziani (anche loro presi oggi) erano riusciti a fuggire, mentre altri due, di guerriglieri.
Al-Hanq è stato però individuato e catturato in un ospedale della località di Raida, nella provincia di Amran solo oggi. Un colpo grosso che colpisce il gruppo terroristico che al-Hanq guidava, minacciando gli Stati Uniti e i loro alleati. Oggi, dopo la sede diplomatica statunitense, hanno riaperto a Sana'a, nello Yemen, anche l'ambasciata francese e quella britannica.

Noi pensiamo che: un punto a favore della sicurezza. Ma, occhio, la partita è aperta.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).