Da Rosarno alla musica sui francobolli

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Da Rosarno alla musica sui francobolli</p>

Continua il Far west a Rosarno (Reggio Calabria), e il bilancio della giornata è pesante: 37 feriti, tra i quali 19 extracomunitari e 18 uomini delle forze dell'ordine. Il capo della polizia Antonio Manganelli ha disposto l'invio di un «consistente contingente di uomini delle forze di polizia, per assicurare il miglior controllo del territorio e garantire serenità a tutta la popolazione presente». In tutto, sono stati arrestati sette extracomunitari e un italiano. E continuano gli spari contro gli immigrati. Due extracomunitari sono stati feriti alle gambe con dei fucili a pallini, mentre altri due sono stati feriti con spranghe e bastoni. Sono stati tutti portati d'urgenza all'ospedale di Polistena; i due feriti con le spranghe sono in condizioni gravi. Cinque immigrati, infine, sono stati investiti da auto guidate da cittadini italiani, sempre a Rosarno. Gli investimenti sono avvenuti in prossimità dei posti di blocco attuati dagli abitanti del posto. In un caso i responsabili dell'investimento sono stati fermati dai carabinieri.

Due arresti sono stati effettuati dalle forze speciali antiterrorismo dell'Fbi in collegamento con il caso di Najibullah Zazi, l'afghano arrestato con l'accusa di complotto per attentati a New York lo scorso settembre in occasione dell'ottavo anniversario degli attacchi alle torri gemelle. I due fermati sono Adis Medunjanin e Zarein Ahmedzay. Ad Adis Medunjanin, bosniaco di 25 anni, ieri era stato ritirato il passaporto. Lo stesso cittadino bosniaco era stato precedentemente interrogato in connessione con il caso Zazi. Najibullah Zazi, afghano di 24 anni, sospettato di aver coordinato una cellula di Al Qaeda per attentati a New York, si è dichiarato non colpevole.

In Angola, colpi di mitra contro il pullman del Togo, e la Coppa d'Africa si macchia di sangue. A due giorni dall'inizio del torneo, in programma da domenica in Angola, sull'evento sportivo piomba la notizia di un assalto al pullman di una delle selezioni partecipanti. L'automezzo su cui viaggiava la Nazionale del Togo è diventato il bersaglio dell'azione di un gruppo di ribelli di Kabinda, ricca regione petrolifera nel Nord dell'Angola. Tra notizie frammentarie e ricostruzioni parziali, si delinea un quadro drammatico: un morto, l'autista del veicolo, e 9 feriti tra calciatori, dirigenti e medici della comitiva.

Buon notizia per il vento italiano, infatti nel 2009 sono stati installati 1.100 megawatt di eolico, il record assoluto finora raggiunto dal nostro Paese e una potenza equivalente a quella di una centrale nucleare. L'insieme delle fattorie del vento vale ormai 4850 megawatt grazie a una crescita annua che ha superato il 30 per cento, nonostante la crisi finanziaria che si è fatta sentire in modo pesante per tutto il 2009. Il contributo del vento è importante anche in termini di produzione elettrica ma per arrivare al livello della Danimarca, dove un quinto dell'elettricità viene dal vento, c'è ancora molta strada da fare.

La musica, quella rock s'intende, arriva sui francobolli. Infatti da oggi la storia del rock inglese entra ufficialmente nel mondo della filatelia: la Royal Mail, il servizio postale del Regno Unito, ha emesso un set di 10 francobolli da collezione raffiguranti le copertine di altrettanti album che hanno fatto la storia del rock anglosassone. La serie, chiamata Classic Album Covers, include dischi storici come Let It Bleed dei Rolling Stones (1969), IV dei Led Zeppelin (1971), Ziggy Stardust di David Bowie (1972) o London Calling dei Clash (1979). Ma anche lavori più recenti, come Screamadelica dei Primal Scream (1991), Parklife dei Blur (1994) o A Rush of Blood to the Head dei Coldplay (2002).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).