Dal terremoto di Haiti all'Italia

Rassegna stampa

di Greta Privitera
<p>Dal terremoto di Haiti all'Italia</p>

Forti scosse di terremoto hanno colpito Haiti. Edifici che crollano, in particolare nella capitale Port-Au-Prince, in seguito alle forti scosse che hanno colpito la parte ovest dell'isola caraibica. La prima scossa, di magnitudo 7.0, è durata più di un minuto, facendo addirittura saltare i veicoli lungo le strade. Alcuni edifici di Port-au-Prince sono crollati e ci sono morti e feriti sotto le macerie. Lo riferisce un reporter della Reuters sul posto. «Tutto ha cominciato a tremare, la gente urla, le case hanno cominciato a crollare. Il caos è totale» ha detto il giornalista. Secondo la testimonianza ci sono dozzine di persone apparentemente morte o ferite sotto le macerie che bloccano le strade della capitale. Gli abitanti stanno scavando con le mani tra i detriti per cercare di salvare chi vi è intrappolato sotto.

É scontro ancora aperto sulle norme che limitano la durata dei processi. Si sa che non piacciono all'Anm, il sindacato della magistratura, e nemmeno all'opposizione. Ma che la maggioranza le vuole portare avanti con determinazione.  «Metteranno in ginocchio la giustizia - dice il presidente  dell'Anm Luca Palamara - la cui macchina è già disastrata. Con il processo breve  non si dà giustizia alle vittime del reato, mentre si rischia di dare impunità a chi ha commesso fatti delittuosi». Il leader del sindacato delle toghe ribadisce inoltre che i magistrati «vogliono dire basta a guerre e contrapposizioni», ma auspicano «una riforma seria per un servizio giustizia credibile agli occhi dei cittadini». Ieri, sempre contro il processo breve, erano scesi in sciopero gli avvocati penalisti.


Rosarno diventa un caso diplomatico. L'Egitto "condanna" le violenze calabresi e chiede al governo italiano di intervenire contro gli episodi di razzismo e discriminazione. Da parte sua il ministro Franco Frattini spiega che il governo italiano vuole solo che si rispettino le leggi, mentre il leader della Lega Umberto Bossi rimanda al mittente le accuse di razzismo del Cairo. «Il governo non può continuare ad agitare i problemi, come quello della clandestinità e dell'immigrazione, ma deve risolverli» tuona il leader del Pd Pier Luigi Bersani. Intanto, all'indomani del duro monito dell'Osservatore Romano, anche la Cei interviene sulla vicenda, rilanciando il tema assai spinoso della cittadinanza.

Il vortice "Marrazzo" continua a far parlare. La procura procederà per omicidio volontario per la morte, il 12 settembre dello scorso anno, del pusher e protettore delle trans, Gianguerino Cafasso, deceduto in un albergo sulla Salaria. Sulle cause della sua morte indagano i titolari dell'inchiesta sul presunto ricatto all'ex presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, ascoltato di nuovo sabato sui suoi incontri in Regione con la trans Paloma. Cafasso fu una delle prime persone a tentare di vendere il video compromettente con l'ex presidente della Regione Lazio.

Italia agli ultimi posti in Europa per la natalità ma ai primi per longevità : lo rileva l'Istat nel volume "Noi Italia" presentato oggi. Nel 2008, il tasso di natalità, 9,6 nati per mille abitanti, é tra i più bassi a livello comunitario mentre il tasso di mortalità 9,8 per mille, è prossimo a quello medio europeo. Con una vita media di 84 anni per le donne e di 79 anni per gli uomini, gli italiani sono ai primi posti nell'Unione Europea per longevità. L'Italia si colloca tra i paesi a bassa fecondità, con 1,41 figli per donna nel 2008: si tratta comunque del livello più alto registrato negli ultimi dieci anni e va attribuito soprattutto alla componente straniera.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).