DALLA SOCIETA'12:32 - 13 gennaio 2010

Londra, prete benedice i telefonini

Un reverendo della City dedica la messa all'hi-tech

di Lavinia Farnese
<p>Londra, prete benedice i telefonini</p>

Cambiano i tempi. E la Chiesa anglicana di Londra si adegua. Canon Parrott - da pochi mesi reverendo nella cattedrale di Saint Lawrence Jewry, cuore medievale della City - ha fatto un balzo d'intraprendenza. Trovandosi a dover celebrare la liturgia del Monday Plow (Lunedì dell'Aratro), da secoli appuntamento sacro di contadini e fattori che arrivavano in chiesa con il loro attrezzo e pregavano il Signore affinché ne conservasse integrità e efficienza nel duro lavoro nei campi, Parrott ha scelto di darle una svolta. Di farla più al passo coi tempi, non fosse altro perché non andasse deserta una volta ancora, come ormai succedeva da anni. Al posto dell'aratro, il reverendo ha chiesto che tutti i manager in completo del centro economico e finanziario della Gran Bretagna portassero tra i banchi e poi uno a uno sull'altare i propri smartphone e palmari, i propri netbook e laptop, ma anche memorie hard disk e lettori mp3. Rigorosamente spenti: lui li avrebbe benedetti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo. E così ha fatto, affinché restassero protetti da worm e malfunzionamenti, immuni da virus e spam.
Perché se un tempo era la ricchezza del raccolto, a stare a cuore, oggi è la buona riuscita d'altri affari. «Possano le nostre conversazioni essere garbate, le nostre e-mail semplici, i nostri siti sempre accessibili», invoca lui tra crocefissi e acquasantiere, «possano questi telefoni e questi computer, simboli di tutta la tecnologia e la comunicazione nelle nostre vite quotidiane, ricordarci che tu, o Dio, parli con noi attraverso il tuo Verbo. Amen». E così sia. «La messa è finita. Andate in pace».

Noi pensiamo che: speriamo solo che a essere benedetti, in questi telefonini e mp3, non ci fossero materiali compromettenti. Tipo file pornografici.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).