DALLA SOCIETA'15:39 - 15 gennaio 2010

Francia, solo il 4,5% va in chiesa

Calano i praticanti Oltralpe. E sono favorevoli alle nozze gay

di Lavinia Farnese
<p>Francia, solo il 4,5% va in chiesa</p>

Dentro e fuori al Vaticano, non si parla che della visita di Benedetto XVI domenica 17 gennaio alla sinagoga di Roma. Attesa, soprattutto dopo il suo via a procedere con la beatificazione di Papa Pio XII, reo per i rabbini d'aver chiuso entrambi gli occhi mentre gli ebrei venivano deportati nei campi di concentramento, e costretti a morire, nelle camere a gas. Ecco, mentre tutto questo accade, un sondaggio di La Croix -quotidiano semi-ufficiale della Conferenza episcopale francese- pubblica un sondaggio che male la racconta, sulla pratica religiosa d'Oltralpe. Perché dopo 40 anni dal Concilio Vaticano II, il cattolicesimo, lì, sta scomparendo. Occhio ai dati: nel 1965, l'81 per cento dei francesi si diceva cattolico. Oggi, solo il 64 per cento. Ma tre su quattro hanno oltre 35 anni. A messa, però, non ci va più nessuno. O meglio, ci va il 4,5 per cento dei francesi. Di cui la metà sono pensionati.
Dunque si prevedono tempi duri (oltre che banchi vuoti) nelle chiese. Perché anche chi si batte il petto, occhi al crocifisso, un po' di idee le ha cambiate: per il 75% dei praticanti, infatti, il Vaticano dovrebbe consentire la contraccezione, per il 68 per cento l'aborto, per il 69% il matrimonio dei divorziati, per il 49% le nozze tra omosessuali, che Dio è o non è amore?
E poi, che la smettano d'azzuffarsi: le religioni si equivalgono. Almeno per il 63% dei credenti.
Curiosità: proprio oggi è stata proibita in Turchia la vendita del dentifricio Mu'min (in arabo "fedele") perché veicolava un termine religioso.

Noi pensiamo che: i tempi cambiano, sì, ma in un Paese come la Francia che fa 47 milioni di battezzati cattolici (pari al 77% della popolazione) c'è da restar di stucco.

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
roberto 83 mesi fa

Come un personaggio più famoso anch'io ho un sogno: quello di un mondo dove finalmente esista un'unica religione, quella dell'umanità.Ognuno di noi ce l'ha scritta nei propri geni ed è quella che ci fa evolvere ed allontanare sempre di più dalla primitiva condizione animale da cui proveniamo.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).