DAL WEB18:37 - 15 gennaio 2010

Juve: chiusa curva sud per razzismo

Il giudice sportivo fa chiudere la curva sud juventina per razzismo

di Greta Privitera
<p>Juve: chiusa curva sud per razzismo</p>

Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel fa chiudere la Curva Sud della Juventus dopo gli insulti lanciati da alcuni tifosi bianconeri contro Mario Balotelli, attaccante dell'Inter, in occasione della sfida di coppa Italia della Juve contro il Napoli. Questo il motivo: «Alcuni sostenitori della Società Juventus indirizzavano a un calciatore tesserato per altra Società (Balotelli, ndr) un coro costituente espressione di discriminazione razziale». Il giudice ha preso in considerazione «la specifica e reiterata recidività». Del resto, è un anno che lo sportivo nerazzurro corre da una parte all'altra del campo sentendosi insultare per il colore della sua pelle: «Un negro non può essere italiano», si è sentito dire. Un razzista sì, però. E allora il giudice dice basta e chiude la curva in occasione di Juventus-Roma, prossima partita dei bianconeri in casa, in programma sabato 23 gennaio alle 20.45.

Una sentenza che segue l'episodio del 6 gennaio a Verona: Balotelli deve pagare una multa di 7 mila euro per aver rivolto ripetutamente un applauso provocatorio nei confronti del pubblico dello stadio di Verona, durante la partita Inter-Chievo. Parte di questo pubblico, però, lo aveva insultato per quasi tutta la partita.

Noi pensiamo che: almeno oggi, tolleranza 1-razzismo 0


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
pol 80 mesi fa

Solo in Italia comportamenti di questo genere rimangono impuniti. L'inghilterra avrebbe chiuso l'intero stadio al primo insulto.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).