DAL MONDO14:59 - 18 gennaio 2010

Chàvez e le telenovela della Revolucìon

Il presidente del Venezuela fa la rivoluzione. Anche delle novelle

di Laura Cardia
<p><span>Chàvez e le telenovela della Revolucìon</span></p>
PHOTO - - - CORBIS IMAGES

Anche le telenovela possono essere utili alla causa del socialismo bolivariano. Ne è convinto il presidente del Venezuela Hugo Chávez, appassionato consumatore del genere sin dagli anni trascorsi in carcere per il golpe fallito del 1992. Nei suoi frequenti viaggi a Cuba, Chávez ha scoperto che le telenovela locali non raccontano solo amori ostacolati dalle differenze sociali o da terzi incomodi, ma promuovono anche i valori della Revolución. Così, dal suo programma televisivo della domenica, Aló Presidente, ha lanciato l'idea: «Vi chiedo di fare telenovela diverse da quelle capitaliste», ha detto al regista Román Chalbaud e allo scrittore Luis Brito, presenti in studio. E come potrebbero essere le telenovelas socialistas venezuelane? Durante la sua trasmissione Chávez ha portato come esempio ai suoi ospiti una piccola località, La Platera, il cui consiglio comunale sta raccogliendo numerose storie rurali, in grado di ispirare telenovela con valori socialisti. Il Venezuela è uno dei più grandi produttori ed esportatori di novelas: la sua emittente più importante, Venevisión, è alleata delle potenti Tv ispaniche di Miami. I suoi successi, La quiero a morir, Alma indomable o Acorralada, prodotti a Caracas o a Miami, parlano soprattutto di amori impossibili, risolti nell'inevitabile lieto fine.

Noi pensiamo che: chissà se Chavez è in grado di individuare il potenziale rivoluzionario anche in Beautiful.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).